Sezione principale

Non possiamo dimenticare le nostre origini e la nostra identità carismatica

Nei giorni 28-30 settembre si terrà a Valdocco il tradizionale appuntamento “missionario” dell'Harambèe. Oltre alle Figlie di Maria Ausiliatrice a questa festa missionaria parteciperanno anche altri 25 salesiani dei cinque continenti...


Non possiamo dimenticare le nostre origini e la nostra identità carismatica

del 06 settembre 2018

Nei giorni 28-30 settembre si terrà a Valdocco il tradizionale appuntamento “missionario” dell’Harambèe. Oltre alle Figlie di Maria Ausiliatrice a questa festa missionaria parteciperanno anche altri 25 salesiani dei cinque continenti...

 

Nei giorni 28-30 settembre si terrà a Valdocco il tradizionale appuntamento “missionario” dell’Harambèe. Tema dell’incontro sarà l’espressione di Gesù “Vi annuncio una grande gioia” (Lc 2,10). In quei giorni sarà celebrata la 149ª Spedizione Missionaria Salesiana: domenica 30 settembre avverrà infatti la consueta consegna delle croci ai missionari che si accingeranno a partire per la prima volta.

Don Ángel Fernández Artime, Rettor Maggiore, officerà la messa nella Basilica di Maria Ausiliatrice di Torino e, in qualità di X Successore di Don Bosco, affiancato dalla Madre Generale delle Figlie di Maria Ausiliatrice, Madre Yvonne Reungoat, invierà Salesiani e Figlie di Maria Ausiliatrice presso i paesi di destinazione. Un nuovo cammino sta per iniziare. I missionari della Famiglia Salesiana sono ancora i protagonisti, sostenuti dai giovani che prenderanno parte all’Harambee, provenienti dalle ispettorie salesiane in Italia.

“Non possiamo dimenticare le nostre origini e la nostra identità carismatica” ha più volte ricordato a tutta la Congregazione il Rettor Maggiore: “una benedizione per coloro i quali hanno accolto senza riserve la chiamata missionaria ad gentes e si dedicano, mente e cuore, alle necessità delle missioni.”

Una vita per nulla facile, che richiede tempo, dedizione, ma soprattutto disponibilità assoluta. Ma che porta frutti: in questi ultimi anni si sono registrate vocazioni sempre maggiori proprio nei paesi in cui sono presenti i missionari: “Cerca col buon esempio e colla parola di salvare anime anche in quello stato che il Signore ti destina” diceva Don Bosco!

I 25 salesiani missionari saranno inviati in Irlanda, Belgio, Ucraina, Turchia, Italia, Mongolia, Laos, Cile, Messico, Argentina, Sud Sudan. È da sottolineare l’invio alla nuova presenza, nel Gambia, che è la 43°nazione in Africa e la 136ª nella Congregazione. Ci saranno nell’invio missionario: 2 salesiani coadiutori, 6 sacerdoti e 17 giovani tirocinanti. Le provenienze dei missionari sono le seguenti per continente: 2 dall’America, 3 dall’Europa, 8 dall’ Africa e 12 dall’Asia. È da sottolineare la presenza di 9 salesiani provenienti dall’India missionaria. Tutti faranno un breve corso di missionologia e salesianità prima dalla loro partenza.

Oltre alle Figlie di Maria Ausiliatrice a questa festa missionaria parteciperanno anche altri 25 salesiani dei cinque continenti, che saranno impegnati in un corso di formazione permanente missionaria di tre mesi.

 

Agenzia Info Salesiana

http://www.infoans.org

  • testo
  • articolo
  • rettor maggiore
  • angel fernandez artime
  • missione
  • missionari
  • salesiani
  • harambee
  • giovani
  • adulti
  • famiglia salesiana
  • figlie di maria ausiliatrice
  • animatori
  • educatori

 

Mucha Suerte Versione app: a123100