CERCA

Novena Immacolata - Giorno 8

"Ti ricordi di ringraziare le persone che ti fanno “vincere”?"

Triduo Immacolata – Nelle mani del Padre

Secondo Giorno - Ti proponiamo una breve traccia per la preghiera personale, per aiutarti a lasciare, sotto la guida di Maria, che l’amore di Dio possa trovare anche in te lo spazio per fare meraviglie!

Avvento & Arte - Prima Settimana

Tutti noi abbiamo un momento che possiamo definire stagno di buio. Usiamo le parole del poeta che così bene ci descrivono una situazione stazionaria, di cui non vediamo la fine e siamo come immobili, incapaci di muoverci, intrappolati nel fango, nell’acqua melmosa che non ha ricambio in quanto non è acqua corrente.

Vides Veneto

Anche quest'anno il Vides Veneto, in collaborazione con l'Ispettoria ITV, propone di vivere il prossimo periodo di Avvento pensando alle missioni FMA nel mondo e ai tanti progetti della nostra Ispettoria e delle organizzazioni del territorio Veneto, per le persone in difficoltà. Vi chiediamo di aderire all'iniziativa e di farla conoscere

Triduo Immacolata – Questione di Sguardo

Per ognuno dei tre giorni che mancano, ti proponiamo una breve traccia per la preghiera personale, per aiutarti a lasciare, sotto la guida di Maria, che l’amore di Dio possa trovare anche in te lo spazio per fare meraviglie!

Novena Immacolata - Giorno 6

"Quali sono i fallimenti di oggi che voglio affidare a Gesù?"

Novena Immacolata - Giorno 4

Mi accorgo che nelle mie giornate mi lamento tanto delle circostanze che mi sono sfavorevoli? Cos’è che mi blocca dal godermi ciò che mi regala di bello il buon Dio?

LETTERA APOSTOLICA Admirabile signum

“Con questa Lettera vorrei sostenere la bella tradizione delle nostre famiglie, che nei giorni precedenti il Natale preparano il presepe. Come pure la consuetudine di allestirlo nei luoghi di lavoro, nelle scuole, negli ospedali, nelle carceri, nelle piazze... “

Novena Immacolata - Giorno 3

"Quanto è centrale Gesù nelle mie giornate?"

Inizia l'Avvento, tempo di attesa e di conversione

È interessante riflettere su questo: nel Cristianesimo, è Lui che viene. Non dobbiamo incamminarci noi, non ci chiede neppure di cercarlo. L'unica difficoltà (certo, magari non da poco; ma, essendo l'unica, si può anche capire, no?) è quella di riconoscerLo, al Suo passaggio. Richiede di essere pronti, sempre pronti, ma arriva Lui. Si scomoda e viene verso di noi.

Novena Immacolata - Giorno 2

"Quali sono le cose o le persone per cui direi “per sempre”? Mi spendo ogni giorno per questo?"

Novena Immacolata - Giorno 1

"Qual è il desiderio più profondo e più vero che vivo in questo periodo?"

Novena Immacolata - Introduzione

Inizierà domani la Novena che culminerà l'8 dicembre con la Festa dell'Immacolata. Oggi vi proponiamo una breve introduzione per prepararsi al meglio.

MAMMA MARGHERITA NEL 163° DI MORTE

Lunedì 25 novembre 2019, nella parrocchia di Capriglio, si è fatta memoria della morte della Venerabile Margherita Occhiena. La Celebrazione Eucaristica è stata presieduta da don Ezio Orsini, rettore della basilica di San Giovanni Bosco di Colle don Bosco. Hanno concelebrato: don Mario Maritano (SDB), don Domenico Valsania (Vicario Unita Parrocchiale Mamma Margherita), don Angelo Maccaluso.

Con il Rettor Maggiore al Convegno "Economia al servizio del Carisma e della Missione" di Assisi

Questo convegno nazionale vuole aiutarci a vivere meglio la missione affidataci da Don Bosco. Non siamo qui semplicemente per chiederci come far girare meglio l’economia, ma per rinnovare il nostro impegno di vivere nelle opere salesiane con il cuore di Don Bosco e con professionalità” ha manifestato don Igino Biffi, Ispettore dell’Italia Nord-Est, nell’apertura dei lavori.

Accanto al papa... sempre!

Gli attacchi nei confronti di Papa Francesco, per le sue parole e per i suoi gesti, sono sempre dietro l’angolo e spesso sono interi “eserciti” a scagliarsi contro con documenti, lettere e raccolte di firme.

Don Filippo ci scrive...

una bellissima giornata per la partecipazione di tutta la comunita’, per la gioia di pregare e stare insieme per questo evento, per la condivisione tra ragazzi, giovani e adulti di un pezzo di vita.

Ricordati di me quando sarai nel tuo regno!

Oggi, il termine “Cristo re” non piace molto all’opinione pubblica, sia perché evoca tempi di monarchia da noi superati, sia perché richiama l’immagine dell’uomo-suddito. Oggi, specialmente, non si vuole sentire parlare di obbedienza, di sottomissione, di dipendenza. Siamo persuasi che niente e nessuno può intralciare le nostre scelte. Anche nel campo religioso, c’è una tendenza assai diffusa a fare di Dio il buon compagno, l’amico che dà sempre ragione, il padre che perdona ogni nostro comportamento, confondendo misericordia con relativismo, perdono con approvazione, comprensione con giustificazione. Non è raro sentire che di fronte alla parola di Dio, occorre “ragionare”, nel tentativo di ridurlo alle nostre dimensioni, adeguarlo alle nostre abitudini, come se fosse Dio a sottomettersi ai nostri progetti e non fosse invece urgente il contrario.

La fatica di farsi santo - Don Bosco Profondamente uomo profondamente santo

Don Bosco, come tutti, non era nato santo; lo è diventato abbandonandosi alla potenza dello Spirito Santo, e contraddicendo se stesso, scalando passo passo la vetta della santità.

CONVEGNO Economia al servizio del Carisma e della Missione

Rilettura salesiana del documento della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica.

Scoperta la più vecchia artiglieria da combattimento: si chiama mamma

Il loro esserci, quando la miseria fiacca l'animo e la vergogna offusca lo sguardo, è l'eco di una speranza che sempre abiterà nel ventre della storia. Fin quando, almeno, una donna troverà il coraggio di prestare alla vita il suo grembo perchè possa trasformarlo in un laboratorio in cui tessere una nuova nascita.

Don Bosco e la "voglia di famiglia"

Don Bosco aveva perso il padre da piccolo; in casa aveva avuto contrasti per la ostilità del fratellastro Antonio, aveva patito la fame e il freddo; eppure riconosceva che i grandi valori li aveva attinti da lì: la sapienza contadina, la sana furbizia, il senso del lavoro, la essenzialità delle cose, la industriosità nel darsi da fare, l’ottimismo a tutta prova, la resistenza nei momenti di sfortuna, la capacità di ripresa dopo le batoste, la allegria sempre e comunque, lo spirito di solidarietà, la fede viva, la verità e la intensità degli affetti, il gusto per la accoglienza e la ospitalità; tutti beni che aveva trovato in famiglia e che lo avevano costruito in quel modo, così da essere quel don Bosco che tutti ammiravano e tutti cercavano

Giornata Infanzia 2019. Accanto ai minori contro la povertà educativa

La povertà educativa compromette il presente ma anche il futuro di un bambino, a rischio di ritrovarsi, una volta adulto, ai margini della società e del mondo del lavoro. Come in un circolo vizioso, la povertà educativa alimenta quella economica, e viceversa”: lo dice don Roberto Dal Molin, presidente di Salesiani per il Sociale APS in occasione della Giornata Internazionale dell’Infanzia.

Acutis verso la beatificazione…

È stato proposto come patrono di Internet perché ha saputo fare della Rete un potente strumento al servizio di Dio e del Vangelo. Ora per Carlo Acutis, il ragazzo morto nel 2006, a soli quindici anni, di leucemia, la beatificazione è più vicina.

Don Bosco e i cani

Nella storia di don Bosco c’è anche lui: il famoso “Grigio”.

La statua dell’apostolo - un viaggio artistico nella Basilica

Paolo viene rappresentato adulto, con una folta barba e la spada, che, come sottolinea Andrea Lonardo, «oltre a ricordare l’arma con la quale fu martirizzato, simboleggia, anche e soprattutto, la forza della parola di Dio...

Valdocco oggi: quale oratorio per il terzo millennio?

Tre giorni di approfondimento del ruolo dell’oratorio nel nostro tempo, di scambio di esperiene e buone pratiche, di condivisioni e di vita fraterna... con riflessioni guidate da don Rossano Sala, Johnny Dotti, don Michal Vojtas e don Michele Falabretti.

Scuola, la rappresentanza dei Salesiani al convegno dei Superiori Religiosi sulla libertà di scelta educativa

“In Italia il sistema scolastico è egualitario sulla carta, ma nei fatti non rimedia le differenze tra gli studenti legate al contesto familiare, sociale ed economico”.

Operai silenziosi

Spesse volte abbiamo paura del silenzio: fisicamente parlando, l’idea di dover riempire a tutti i costi, con del segmento fonico, con delle immagini particolarmente evocative da postare, con la scrittura stessa, le molteplici situazioni che dipingono il mondo, sembra ormai un fattore imprescindibile della cultura moderna, che ragiona per slogan e istantaneità. Ci chiederemo fino a che punto possiamo spingerci nel giudizio senza giocare con la pelle degli altri, ripercorrendo anche alcune tappe cinematografiche e musicali in cui il silenzio ha costituito di per se stesso l’intento comunicativo e come possiamo applicare questo principio alla realtà drammatica che vede come protagonista la Venezia sott’acqua degli ultimi giorni.

Scuole cattoliche e scuole pubbliche - una riflessione

Ho insegnato per anni nella scuola cattolica, conosco bene le risorse ed i limiti, e vi sono legato ancora pur trovandomi molto bene nella scuola statale...

1° weekend di Animazione Missionaria

Un’esperienza all’insegna dell’accoglienza e del lavoro, della gioia e della testimonianza...

Il sogno missionario continua - don Angel Fernandez Artime

Ho visto imprese che sembravano impossibili: uomini e donne donare quotidianamente la vita in foreste e deserti terribili o in periferie lacerate quotidianamente dalla violenza. Annunciando Gesù con il vangelo semplice e silenzioso vissuto nella vita quotidiana.

Chi è Giulia Longo - fra le nostre scrittrici impegnata in un modo un po' "straordinario"

[…] ora scrivo dal Libano, a tre km dalla Siria, dalla tenda di cartone e nylon del campo profughi di tel abbas. Scrivo con la convinzione...

Io sono (l’)altro

Bellissima invenzione, lo specchio. Senza specchio non riusciremmo a guardarci così limpidamente, non sapremmo come siamo fatti, di che colore sono i nostri occhi.

Marco Gallo, un ragazzo dei nostri giorni

Nel cimitero di Casarza Ligure c’è la tomba di un ragazzo, Marco Gallo, morto il 5 novembre del 2011 a soli diciassette anni. Sulla lastra di marmo c’è scritta una frase: perché cercate tra i morti colui che è vivo?

Scuola Media San Benigno: Il Prof Pagani, campione de L’Eredità lascia il programma per tornare dai suoi studenti: «La cultura vince sull’ignoranza»

Il professore ha annunciato la sua decisione leggendo un discorso di commiato, condiviso in occasione della Giornata Mondiale della Gentilezza dal conduttore Flavio Insinna sul suo profilo Facebook, in cui spiega che il suo compito come insegnante è dimostrare «ai giovani, che la gentilezza vince sulla violenza, la cultura vince sull’ignoranza, il sorriso sconfigge la rabbia e l’ironia batte l’odio, insegnando loro a non impugnare i coltelli, ma i libri, e a sostituire gli spintoni con gli abbracci».

Vorrei un’amicizia che duri all’infinito - Domande esigenti e come affrontarle

I giovani hanno dentro di loro una sete di infinito che esprimono attraverso il desiderio di costruire amicizie durature e nei dubbi che si pongono sulla loro vita.

Solo due ore e 11 minuti: una vita bellissima

Una storia bellissima e commovente. Una vicenda che non leggerete su quella che viene chiamata la “grande stampa”, un frammento di quell’umanità che resiste ad ogni tentativo forzato di omologazione. È stata la redazione di Aleteia.org (edizione francese) a raccontare quest’esperienza dolorosa e luminosa.

La chiamata al lavoro. Un cardine per la vita e la speranza dei giovani

Chiamato alla santità e unto dallo Spirito, il cristiano impara a cogliere in ottica vocazionale tutte le scelte dell’esistenza, anzitutto quella centrale dello stato di vita, ma anche quelle di carattere professionale.

Come un albero piantato nel silenzio

Nadia e Lorenzo, lei è avvocato, lui psicologo e docente, tutta l’adolescenza e la giovinezza impegnata con passione nel mondo salesiano.

Segnalazioni - "Voi siete l'adesso di Dio"

“Voi siete l’adesso di Dio” è un libro che parla ai giovani attraverso la vita, le parole e le gesta dei protagonisti biblici e dei testimoni-santi che il Papa indica nell’Esortazione post-sinodale Christus Vivit.

Novena Immacolata - Giorno 5

"Quali sono i fallimenti di oggi che voglio affidare a Gesù?

Quel «confine» rimane sempre aperto

L’Aldilà. Che cosa accade quando si muore? Attorno al pesante interrogativo s’è sviluppata una ricerca filosofico-teologico-letteraria che offre risposte destinate a restare in sospeso. Ora due saggi, di Paolo Ricca e Ivano Dionigi, affrontano di nuovo il grande tema

“Beati…” – Meditazioni sulla solennità di Tutti i Santi

“Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli”

Diario di prof - rappresentanti di classe

In tutte le scuole secondarie di secondo grado ottobre è il periodo delle elezioni dei rappresentanti dei genitori e degli studenti nei diversi organi collegiali

Credo che questa sia missione!!!

[...] abbiamo unito le forze, creato un progetto che potesse attirare questo tipo di ragazzi ed è nata la “Special Summer”

Su e Zo per i ponti di Venezia | 2020

Ecco finalmente in anteprima il Poster della Su e Zo per i Ponti di Venezia 2020 che ci ricorda la data della 42° edizione della “Passeggiata di Solidarietà”: 19 Aprile 2020! Mancano esattamente 6 mesi al grande evento ed è bene organizzarsi per tempo!

Valentino o la vocazione impedita - Capo VII. Una guida fatale

Una sola parola di un amico forse in quel momento l'avrebbe ritratto dalla rovina, ma quell' amico non l'ebbe

La danza dei ragazzi di bronzo

l monumento a Don Bosco davanti alla Basilica di Maria Ausiliatrice a Valdocco è un simbolo della missione dei salesiani nel mondo.

Don Filippo ci scrive

Vi chiedo una preghiera in questo mese per tutti i missionari sacerdoti e laici che, come dice Papa Francesco, imitano la compassione di Gesù che guarisce e rigenera l’umanità, diventando l’ospedale da campo più vicino per gli abbandonati del nostro tempo.