Donboscoland

Verbale del 26 ottobre

Il 26 ottobre si è svolto a Montebelluna il secondo incontro della Segreteria del Movimento Giovanile Salesiano Triveneto con il seguente odg: 1.condivisione sul primo punto della SGS: il quotidiano; 2.relazione sulla partecipazione alla prima Convention sul Sistema Preventivo; 3. risonanze dai Meeting Biennio e Leader; 4. situazione Giornalino e Sito; 5.prossimi eventi: presentazione dei percorsi ispettoriali di pastorale giovanile e animazione vocazionale, preparazione Festa dei Giovani, orientamenti per il Forum e definizione degli Esercizi Spirituali Estivi per i Giovani del MGS; 6.riflessione sugli sbocchi vocazionali del MGS; 7.varie ed eventuali


Verbale del 26 ottobre

da MGS News

del 01 gennaio 2002

VERBALE DELLA SEGRETERIA MGS

Montebelluna, 26 ottobre 03

Il 26 ottobre si è svolto a Montebelluna il secondo incontro della Segreteria del Movimento Giovanile Salesiano Triveneto con il seguente odg:

1. condivisione sul primo punto della SGS: il quotidiano

2. relazione sulla partecipazione alla prima Convention sul Sistema Preventivo

3. risonanze dai Meeting Biennio e Leader

4. situazione Giornalino e Sito

5. prossimi eventi: presentazione dei percorsi ispettoriali di pastorale giovanile e animazione vocazionale, preparazione Festa dei Giovani, orientamenti per il Forum e definizione degli Esercizi Spirituali Estivi per i Giovani del MGS

6. riflessione sugli sbocchi vocazionali del MGS

7. varie ed eventuali

Erano presenti: Michele, Gioia, sr. Anna, don Roberto, Domenico, Giuliano, Samuele, Luana, Claudio, Beatrice, Federica. Raffaele e Lucia assenti giustificati.

All’inizio abbiamo riflettuto insieme sul primo punto della SGS, condividendo per circa mezz’ora il nostro modo di vivere, nel quotidiano, il rapporto col Signore Gesù e testimoniando come la fede influenzi le nostre scelte e i comportamenti.

Sr. Anna, Gioia e Federica, che hanno partecipato alla Prima Convention sul Sistema Preventivo, ci hanno informato dei temi trattati.

La Convention, organizzata a Roma dalle FMA l’11-12 ottobre, si proponeva di riflettere sull’attualità del Sistema preventivo.

Il primo giorno sono intervenuti diversi specialisti. Questi hanno analizzato la rappresentazione non sempre calzante che i mass media danno del mondo giovanile, il problema dell’emarginazione, il rischio di sentirsi inadeguati davanti a certe situazioni, l’attenzione che si deve prestare a quei giovani che passano più inosservati.

La domenica è stato approfondito il tema dell’educazione nei vari ambiti – scuola, famiglia, centri professionali, oratori, case famiglia - dividendosi in laboratori.

Si è affermato che non basta pensare ai problemi dei giovani, né si deve limitarsi a pensare ai giovani come ad un problema, quanto è necessario, soprattutto, stare con loro.

In conclusione è stato ribadito che l’eredità del sistema preventivo non è  solo un metodo educativo, ma è anche, e prima di tutto, un atteggiamento spirituale.

Queste riflessioni potrebbero essere oggetto di un Forum futuro.

Chi ha partecipato ai Meeting del Biennio e a quello dei Leader ha riportato le sue impressioni.

Queste esperienze rappresentano la prima tappa dei percorsi formativi; le attività devono quindi toccare i temi che si tratteranno durante l’anno. A questo proposito sarebbe opportuno conoscere la Proposta Pastorale in primavera, così da raccogliere materiale durante l’estate.

Il Meeting del Biennio si è tenuto a Caorle l’11-12 ottobre; è emerso che:

- il posto era troppo piccolo per un gruppo così numeroso, 240 i presenti

- il gioco, preparato forse in modo frettoloso, non ha coinvolto molto

- la Veglia è stata curata bene ed è stata apprezzata dai ragazzi

- i tempi non coincidevano molto con quelli della scaletta

- se gli animatori che accompagnano i ragazzi devono fare qualcosa è necessario che siano avvisati per tempo

- bisogna raccogliere prima le adesioni

- si potrebbe riconsiderare l’idea di un Meeting unico dalla prima superiore in su

Il Meeting Leader si è svolto a Bardolino il 19 ottobre ed ha coinvolto tutti i ragazzi di terza media dell’Ispettoria, 150 i partecipanti.

Tutte le altre esperienze dell’anno per le terze medie, ad eccezione della Festa dei Ragazzi, si terranno in luoghi separati; ragazzi e ragazze della zona ovest si ritroveranno insieme a Verona, mentre per le case della zona est gli incontri manterranno la divisione maschi e femmine e si svolgeranno in località vicine.

Solo per la zona ovest si terranno 5 incontri del Savio Club rivolti a ragazzi di prima e seconda media.

Visto che entro il 19 ottobre non tutte le case hanno già avviato le loro attività con i ragazzi, si ritiene opportuno ritardare la data del Meeting per il prossimo anno.

Sr. Anna ci ha distribuito e presentato gli itinerari dei gruppi di pastorale giovanile e animazione vocazionale: Savio Club, Gruppo Leader, Giovani Orizzonti, Giovani per i Giovani, Gruppo Ricerca.

Il Giornalino “Giovani per i Giovani” necessita di nuove risorse, perché il lavoro da fare è tanto e molto impegnativo.

Per quanto riguarda il Sito, è in progetto una ridefinizione della grafica. In questo periodo è stato pubblicato il calendario con le tappe del passaggio delle spoglie di S. Domenico Savio nell’Ispettoria.

Anche alcune diocesi del Triveneto hanno organizzato delle veglie per l’occasione in comunione con le realtà salesiane.

I giovani studenti di teologia stanno lavorando ad un sussidio di preghiere per la valorizzazione e la preghiera presso l’urna.

Per la Festa dei Giovani è da pensare un percorso per lo stand che esporrà le spoglie e una veglia da fare con gli animatori la sera precedente alla Festa.

Sempre a proposito della FdG, quest’anno si sta pensando di articolare la mattina come un’unica cornice di tipo teatrale che incorpori le testimonianze.

Sandro Crippa ha dato la sua disponibilità  e sta coinvolgendo un suo amico che gestirebbe la parte teatrale.

Mariano ha contattato la cantante Elisa e adesso sta cercando un partner maschile da affiancarle.

Abbiamo poi riflettuto sulle possibilità offerte dal MGS ai giovani che finiscono il cammino del Gruppo Ricerca, i cosiddetti sbocchi vocazionali.

Esiste la Comunità Diaspora, ma coinvolge solo i giovani che si confrontano con la vocazione religiosa.

Al Ritiro Animatori di Caorle era emersa l’esigenza di far nascere un gruppo per le coppie di fidanzati.

Attualmente sono in programma degli incontri per giovani, giovani-adulti e famiglie come:

- Forum delle Famiglie Don Bosco

- Giornata missionaria ispettoriale, pensata per il 16 novembre, che riunirà tutti i gruppi e i singoli accomunati dall’amore per i giovani, per i poveri e per il carisma salesiano

- il 26 ottobre si è tenuto il primo incontro per una cinquantina di giovani coppie di sposi

La questione su cui è bene riflettere riguarda tutti quei giovani che adesso sono impegnati nelle attività dell’oratorio e che, una volta adulti, rischiano di non avere più un ruolo al suo interno e di non essere accompagnati dal punto di vista formativo.

Sarebbe opportuno che la Famiglia salesiana o il MGS pensassero ad un percorso da proporre a questa fascia di giovani.

Le opportunità offerte ora sono la scuola di mondialità, il gruppo ex allievi e il cammino per cooperatori, che è un po’ lo sbocco naturale per i giovani-adulti attratti dal carisma di don Bosco.

I cooperatori hanno, attualmente, poca visibilità. Ci si sta muovendo per incrementarla:

- al Gruppo Ricerca parteciperanno, quest’anno, un paio di coppie di cooperatori che si alterneranno nei diversi incontri per garantire la presenza di almeno due persone ogni volta

- si potrebbe coinvolgere nell’animazione del campo estivo per i Giovani del MGS alcuni cooperatori,

- sarebbe bene che un salesiano si dedicasse a tempo pieno alla scuola per cooperatori ispettoriale (attualmente la scuola per cooperatori è gestita a livello zonale; l’unificazione ispettoriale delle due associazioni dei cooperatori avverrà l’anno prossimo)

- si può pensare ad un incontro dei Giovani del MGS con i cooperatori anche durante l’anno

- in occasione della prossima riunione della Segreteria MGS, Samuele ci presenterà l’associazione dei cooperatori.

In conclusione abbiamo avanzato qualche proposta per il Forum MGS di Febbraio.

Lo scopo del Forum è quello di coinvolgere le associazioni per giungere ad una conoscenza reciproca e per suscitare la consapevolezza di appartenere al MGS.

Per quanto riguarda la gestione dell’incontro le idee attualmente sono:

- organizzare una staff composta da un rappresentante di tre o quattro associazioni che collabori con la Segreteria per preparare il Forum; in questo modo l’esperienza risulterebbe una sorta di Tavola Rotonda sui sistemi educativi che passano attraverso lo sport, la cultura, il cinema, la scuola, ecc.

- diluire nel tempo il contatto con le associazioni coinvolgendone una ogni anno. Questa volta, per esempio si può iniziare a collaborare con la CGS, l’anno prossimo si coinvolgerebbe la PGS, poi la scuola e i centri professionali e così via

- invitare le varie associazioni e dividere la giornata in due parti: al mattino chiamare qualcuno che al presenti il MGS, al pomeriggio lasciare alle associazioni la possibilità di presentarsi. Il tutto in modo simpatico e dinamico.

Per il Forum dell’anno prossimo è stato avanzato come tema quello della comunicazioni di massa e della loro influenza sul mondo giovanile; alla prossima segreteria la definizione del Forum.

La riunione della Segreteria si è conclusa alle 19.30. Ehm… una buona cenetta ha prolungato convivialmente il ritrovo meritando a sr Paola la più viva riconoscenza per la squisita ospitalità e il rinnovato affetto già maturato nei comuni trascorsi apostolici.

Beatrice

  • testo
  • articolo
  • beatrice
  • educatori
  • animatori
  • giovani
  • adulti
  • mgs

Mucha Suerte Versione app: f1cd754