African News

9^ lettera Novembre 2022

Che atmosfera c’è qui a Natale? Qui non c’è la neve, qui non esiste Babbo Natale, non c’è neppure l’Albero di Natale da addobbare, non esiste il Presepe. L’unica cosa di cui siamo sicuri che ci sarà, è l’arrivo di Gesù Bambino.


Carissimi amici come state?

Spero bene, tra poco inizia il tempo dell’Avvento per prepararci al Natale, anche quest’anno Gesu’ Bambino viene a stare con noi, non si stanca mai di noi e ci vuole un sacco di bene. Qui a Lare festeggiamo due Natali, perche’  la maggioranza della gente qui festeggia il 25 dicembre, ma per la Chiesa Cattolica in Etiopia, visto che seguiamo il calendario dei cristiani Ortodossi, il Natale sara’ il 7 gennaio, percio’ faremo due Natali.

Finalmente qui in Etiopia le due parti in conflitto hanno siglato un accordo di pace per terminare la guerra civile nella regione del Tigray. Hanno fatto un accordo anche per i passi concreti da fare per tornare alla normalita’. Siamo tutti molto contenti e speriamo che questo si realizzi presto nella vita soprattutto della povera gente che ancora soffre nella regione in questione.

Finalmente anche il caso del centro salesiano di Addis Abeba, che l’anno scorso era stato messo sotto inchiesta dalla polizia perche’ aiutavamo i nostri salesiani nella regione del Tigray, si e’ concluso davanti al tribunale con l’assoluzione di tutti. Siamo ancora di piu’ molto contenti di questo, soprattutto per i nostri salesiani di Addis Abeba.

Nella nostra missione di Lare tutte le attivita’ sono ormai avviate, come i nostri 5 asili, le attivita’ di catechesi per i sacramenti, quelle dei gruppi formativi, la condivisione della Parola, l’oratorio... Anche se molta gente in questo periodo va al fiume a coltivare il granoturco per il secondo raccolto che si fa nelle terre vicino al fiume perche’ ancora umide dall’acqua che si sta ritirando. Preparare il terreno, seminare il granoturco e tra qualche mese avere un buon raccolto, e’ la preghiera che facciamo in questo periodo per la nostra gente.

Infine ogni giorno c’e’ l’incontro con la gente dei villaggi, finita la Messa del mattino, passo sempre un’oretta a incontrare delle persone, nell’ascolto prima di tutto dei loro problemi, delle loro necessita’, di cibo e di medicine per i bambini, di una capanna dignitosa, di una possibilita’ di lavoro... Molte volte di fronte a tutte queste necessita’ ci sentiamo come una goccia in un mare, ma noi lavoriamo per il regno dei cieli, un regno dei cuori che sorpassa ogni difficolta’ e problema e arriva fino agli estremi confini del mondo, come il nostro.

Che atmosfera c’e’ qui a Natale? Qui non c’è la neve, nessuno l’ha mai vista, le temperature in questo periodo stanno raggiungendo i 40° durante il giorno e scendono di notte solo... fino a 24°, la minima. Qui non esiste Babbo Natale, nessuno sa chi è, ne cosa fa in questo
periodo, anche perchè pochi hanno i soldi per fare dei regali. Non c’è neppure l’Albero di Natale da addobbare, anche perchè non ci sono alberi da comprare o da togliere e portarsi a casa, la poca legna che c’è viene usata per fare il fuoco per fare da mangiare, siamo nella savana e non c’è il gas o la luce elettrica. Il Comune non addobba le vie del villaggio con luci o altre decorazioni perchè non c’è la luce e non c’è il Comune. Non esiste il Presepe, qui non hanno questa tradizione di fare quella piccola rappresentazione della nascita di Gesù bambino perchè qui non vendono le statuine e non c’è il muschio. Non c’è neppure il cenone della vigilia di Natale, ma solo nel giorno di Natale, nella nostra parrocchia dopo la Messa, un bel piatto di polenta e un pò di carne di mucca, che la sera prima abbiamo preparato e cucinato. L’unica cosa di cui siamo sicuri che ci sara’, e’ l’arrivo di Gesù Bambino. Ogni anno Gesù nasce qui da noi, non solo a Natale, ma innumerevoli volte nei tantissimi bambini che ci sono qua. Basta saperlo riconoscere.

Un augurio di cuore a tutti voi di buon Natale dalla nostra comunita’ di Lare.

Con affetto
Abba filippo


Una comunicazione tecnica: la banca Friuladria di Porcia, dove abbiamo il conto della missione: Filippo Perin per Gambella Etiopia, cambia tutti gli IBAN, dal 28 novembre 2022. Quello vecchio  IT82P0533664950000030191303, sara’ valido anche dopo il 28 novembre, per altri 2 o 3 mesi, ma non di piu’. Dal 28 novembre si passera’ al nuovo IBAN : IT72J0623 06495 00000 15113834 che prendera’ il posto di quello sopra. Grazie

Mucha Suerte Versione app: 3.8.4.0 (a2f1240)