Chiesa Francesco

Tutto appartiene all'amore

Lettera apostolica Totum amoris est di papa Francesco, pubblicata il 28 dicembre 2022 nel quarto centenario della morte di San Francesco di Sales.


«"Tutto appartiene all'amore". In queste sue parole possiamo raccogliere l'eredità spirituale lasciata da San Francesco di Sales, che morì quattro secoli fa, il 28 dicembre 1622, a Lione. Aveva poco più di cinquant'anni ed era vescovo e principe 'esule' di Ginevra da un ventennio».

Inizia così la Lettera apostolica Totum amoris est di papa Francesco, pubblicata il 28 dicembre 2022 nel quarto centenario della morte di San Francesco di Sales.

QUI IL TESTO INTEGRALE

«Nella ricorrenza del quarto centenario della sua morte, mi sono interrogato sull'eredità di San Francesco di Sales per la nostra epoca, e ho trovato illuminanti la sua duttilità e la sua capacità di visione», scrive il Pontefice. «Un po' per dono di Dio, un po' per indole personale, e anche per la sua tenace coltivazione del vissuto, egli aveva avuto la nitida percezione del cambiamento dei tempi. Lui stesso non avrebbe mai immaginato di riconoscervi una tale opportunità per l'annuncio del Vangelo», prosegue.

Secondo il Papa, «la Parola che aveva amato fin dalla sua giovinezza era capace di farsi largo, aprendo nuovi e imprevedibili orizzonti, in un mondo in rapida transizione».

«È quanto ci attende come compito essenziale anche per questo nostro passaggio d'epoca: una Chiesa non autoreferenziale, libera da ogni mondanità ma capace di abitare il mondo, di condividere la vita della gente, di camminare insieme, di ascoltare e accogliere», sottolinea.

«È quello che Francesco di Sales ha compiuto, leggendo, con l'aiuto della grazia, la sua epoca. Perciò egli ci invita a uscire da una preoccupazione eccessiva per noi stessi, per le strutture, per l'immagine sociale e a chiederci piuttosto quali sono i bisogni concreti e le attese spirituali del nostro popolo - aggiunge il Pontefice -. È importante, dunque, anche per l'oggi, rileggere alcune sue scelte cruciali, per abitare il cambiamento con saggezza evangelica».

 

Tratto da: www.avvenire.it

Mucha Suerte Versione app: 3.9.1.8 (07f9067)