News 2

Sepolti tra le stelle con un missile in orbita le ceneri di 188 americani

Funerali nel cosmo, è business. I costi: da mille a 5mila euro. Sta per partire un razzo con i resti di attori, astronauti e gente comune. Il nuovo mercato dei lanci spaziali... Mah...


Sepolti tra le stelle con un missile in orbita le ceneri di 188 americani

da Attualità

del 24 febbraio 2006

Il razzo per il primo funerale di massa è pronto per essere lanciato nello spazio fra un paio di mesi. A bordo 188 piccole urne funerarie raccolgono le ceneri di altrettanti defunti. La sepoltura tra le stelle è stata voluta dai familiari, i quali desiderano ricordare i loro cari alzando gli occhi al cielo.

 

Tra coloro che avranno un feretro oltre l'atmosfera terrestre vi sono anche due personaggi noti: l'attore di Star Trek, James Scotty Doohan, che nei film impersonificava l'ingegnere di bordo Montgomery Scott e l'astronauta americano Gordon Cooper, che volò nello spazio con due missioni della Nasa. 'Sarebbe stato certamente contento di sapere che le sue ceneri possono volare nello spazio', ha spiegato Suzan, la vedova dell'astronauta. Le altre persone non hanno mai avuto nulla a che fare con i voli spaziali. Tra di essi infatti, vi sono un'infermiera, un tecnico elettronico, una studentessa universitaria. Quest'ultima, Rachel Mayo, voleva diventare un'astronauta e far parte del primo equipaggio che verrà lanciato verso Marte, ma il morbo di Hodgkin se l'è portata via a 19 anni.

 

Questo non sarà il primo funerale spaziale. Fino a oggi infatti, ne sono celebrati già 5 (il primo fu nel 1997), ma mai è stato lanciato un carro funebre spaziale con così tante ceneri. 'Con questo funerale vogliamo allargare il mercato a chiunque lo desideri', ha detto Harvin Moore, che cura i preparativi del lancio per la Space Services Incorporated, la società che organizza questo funerale. Ogni piccola urna, a forma di capsula lunga pochi centimetri, può contenere uno o sette grammi di ceneri. Nel primo caso il costo del funerale è di 995 dollari, nel secondo 5.300. La società comunque, ha già una tabella che permette di prenotare il lancio delle proprie ceneri sulla Luna o nello spazio profondo. In questo caso il costo di un grammo di ceneri lassù è di 12.500 dollari.

 

Non sarà la Nasa ad offrire il razzo per il funerale, bensì una società privata, la SpaceX. Falcon 1, questo il nome del vettore, è stato costruito senza aiuti pubblici e al di là del lancio delle ceneri, che sono solo un carico secondario, la SpaceX lo vuol fare entrare prepotentemente nel business dei lanci spaziali. Il lancio del primo razzo della serie costerà poco più di 6 milioni e mezzo di dollari e permetterà di porre in orbita terrestre circa 570 kg di materiale, ma la società ha già in fase di realizzazione Falcon 5 e Falcon 9, che saranno in grado di portare oltre l'atmosfera terrestre rispettivamente 4.100 kg e 24.750 kg al costo di 18 e 78 milioni di dollari. Il costo sarà di almeno 3 volte inferiore rispetto ai razzi convenzionali. A credere fortemente in questa nuova società è lo stesso esercito americano che utilizzerà Falcon 1 per lanciare un proprio satellite dall'atollo Kwajalein che si trova in Oceano Pacifico.

 

Ma i funerali oltre la Terra sono solo l'inizio del business. ZeroG Aerospace Inc, di Seattle, conta di lanciare un razzo carico dei ricordi della gente al costo minimo di 49,95 dollari a persona. Beyond-Earth Enterprises, che ha sede in Colorado, allestisce per ottobre un razzo per issare nello spazio esemplari di capelli e di unghie di gente che, pagando 34,95 dollari, vuole mettere in orbita un 'Dna kit'.

 

E c'è di più. Richard Branson, proprietario della Virgin Galactic, ha già in lista d'attesa, con biglietto pre-pagato, 100 persone che hanno versato 200mila dollari ciascuno per il loro volo a 100 km d'altezza, là dove ufficialmente termina l'atmosfera e inizia lo spazio. E che stia facendo sul serio è il fatto che nel 2007 darà il via alla costruzione del primo spazioporto privato in Messico.

Luigi Bignami

http://www.repubblica.it

Mucha Suerte Versione app: f1cd754