Donboscoland

«Oratorio è...».Suggerimenti di riflessione per gli animatori.

Oratorio è... La presenza di un animatore ricco di umanità e spiritualità - Un ambiente ricco di gioia e di allegria - Un ambiente cristiano.Suggerimenti di riflessione per gli animatori.


«Oratorio è…».Suggerimenti di riflessione per gli animatori.

da Quaderni Cannibali

del 01 gennaio 2002

Oratorio è… La presenza di un animatore ricco di umanità e spiritualità

Questo esige:

- La presenza fisica, attiva, costante dell'animatore (persona che impedisce il male, ma specialmente organizza l'allegria e moltiplica le iniziative)

- L'amicizia dell'animatore verso i ragazzi, che si trova bene tra i ragazzi, passa il tempo tra loro, parla e scherza con tutti.

- L'interessamento dell'animatore, che si informa, aiuta, consiglia, che li ricerca se mancano, va a trovarli fuori dell'Oratorio, che per loro pensa, riflette, prega.

Suggerimenti di riflessione per gli animatori:

- Siamo presenti fisicamente? Attivamente? Costantemente? O salutiamo da lontano i ragazzi preferendo la panchina, le ragazze, gli amici?

- I ragazzi ci sentono amici, persone che stanno volentieri con loro? Con loro parliamo, con loro scherziamo?

-Ci interessiamo di loro? Conosciamo (oltreché la squadra per cui fanno tifo e il segno zodiacale) le condizioni di famiglia, di scuola, di religione?

- Ci siamo segnati il giorno onomastico e di compleanno per fare loro gli auguri?

- Riflettiamo su ciò che dicono? Pensiamo a cosa possiamo fare per loro? Preghiamo per loro? Abbiamo una lista dei nomi che facciamo scorrere qualche volta?

- Che ci fanno pensare i ragazzi che dicono 'non vengo più all'oratorio perché ci sono dei ragazzacci', 'perché non c'è nessun salesiano', 'perché mi picchiano e nessuno mi difende, e gli altri ridono', 'perché non mi lasciano giocare', 'perché devo farmi amico un ragazzo prepotente che mi difenda quando mi vogliono picchiare o non mi lasciano giocare' (Nessuna frase è inventata!)

- Cercate nelle pagine della vicenda oratoriana di don Bosco gli altri elementi che rendevano 'ricco di umanità' il suo Oratorio, e vedete se è possibile riprodurli nel nostro.

- Rileggete le pagine del Regolamento dell'Oratorio scritte da Don Bosco, sottolineando gli elementi che lo rendevano ricco di umanità.

- Date un parere sul vostro Oratorio attuale (portate fatti!) sotto questo aspetto.

Oratorio è… Un ambiente ricco di gioia e di allegria

Lo creavano:

- La presenza non di 'un gioco, ma di molti giochi svariati, rinnovati da strumenti nuovi e gare nuove, inventati dalla fantasia degli animatori.

- La partecipazione dell'animatore (poi degli animatori) ai giochi.

- La presenza attiva dell'animatore (con occhio lungo, che cioè non si fa monopolizzare dalla persona con cui parla, ma continua a guardare serenamente intorno mentre parla) che preveniva o calmava i bisticci, difendeva i più deboli, faceva giocare tutti quelli che lo desideravano.

- Le letture divertenti, i canti e la musica, le passeggiate, il teatro

Suggerimenti di riflessione:

Partecipiamo ai giochi dei ragazzi?

- Sappiamo offrire alternative al monogioco del calcio d'estate e al ping pong / calcetto d'inverno?

Teniamo a freno i prepotenti, calmiamo i bisticci vicini, abbiamo l'occhio lungo per vedere anche lontano? Difendiamo i più deboli? Facciamo sì che tutti possano giocare?

- Cosa pensiamo di un'organizzazione di letture divertenti con fondo di libretti-Mondo Erre-Giornalino nella sede del nostro gruppo?

- Musica e canti sono utilizzabili per la vitalità del gruppo? E il teatro?

- Pensiamo che organizzare passeggiate a piedi sia conveniente?

- Rileggete le pagine del Regolamento di don Bosco, sottolineando gli elementi che lo rendono ricco di allegria e gioia

- Date un parere sul vostro Oratorio attuale (portate fatti!) sotto questo aspetto.

Oratorio è…  Un ambiente cristiano

Lo creavano:

La convinzione-base di don Bosco che, per educare bene, occorre mettere Dio al primo posto, e che, se non educa cristianamente, un oratorio non ha motivo di esistere.

- La presenza di una cappella-chiesa che era il centro della vita oratoriana: vi si andava a Messa, a frequentare la Comunione e la Confessione, a sentire le prediche e le lezioni di catechismo, a cantare i canti cristiani.

- La presenza di animatori che erano cristiani sul serio, che aiutavano i ragazzi a trovare nell'amicizia del Signore la radice della loro dignità e della vera gioia.

- Parlavano dell'amicizia del Signore e del peccato. Raccontavano i fatti del Vangelo e della vita dei Santi.

- Erano convinti che la Comunione e la Confessione sono 'elementi essenziali' per fare dei ragazzi 'onesti cittadini e buoni cristiani'.

- Organizzavano gruppi formativi, ritiri ed Esercizi Spirituali, davano un pensiero cristiano quotidiano (buona notte).

- Avevano compilato un regolamento semplice e chiaro sul comportamento cristiano di un ragazzo all'Oratorio e fuori Oratorio.

Suggerimenti di riflessione:

- Siamo convinti, come don Bosco che per educare dobbiamo mettere Dio al primo posto?

- Siamo convinti che lo scopo dell'Oratorio non è soltanto il divertimento dei ragazzi, la vincita dei tornei, ma aiutare i giovani a diventare onesti cittadini e buoni cristiani?

-Aiutiamo i ragazzi ad essere più cristiani cercando seriamente di esserlo noi? Vedono in noi un 'modello cristiano'?

-La cappella-chiesa che funzione ha nel nostro Oratorio?

-Parliamo dell'amicizia del Signore? Spieghiamo che nell'amicizia con il Signore è la radice della vera gioia e della nostra dignità? Che nel peccato è nell'egoismo c'è l'offesa di Dio e il nostro fallimento?

-Pensiamo ad organizzare un gruppo formativo di pochi elementi, impegnati nella lettura del Vangelo, nel migliorarsi facendo del bene agli altri? O esistono solo gruppi sportivi?

-Il fatto che nell'Oratorio ci sono costantemente ragazzi (13 anni) che dicono che non credono né in Dio né in niente, e giovanotti (16 anni) che dichiarano di non andare a Messa da tre anni, di non avere mai pregato, che effetto ci fa? Cosa hanno ricevuto dall'oratorio oltre ad un pallone e a una racchetta da ping pong?

-L'allontanamento gentile ma fermo di chi ha la 'triste abitudine di bestemmiare e fare discorsi osceni' v sembra una faccenda superata?

-Cercate nelle pagine della vicenda oratoriana di don Bosco e nel Regolamento dell'Oratorio gli elementi che rendevano 'cristiano' l'Oratorio e vedete se è possibile riprodurli.

Date un parere sull'Oratorio attuale (portate fatti!) sotto questo aspetto.

don Teresio Bosco

http://www.elledici.org

  • testo
  • articolo
  • don teresio bosco
  • educatori 
  • animatori
  • giovani
  • adulti

Mucha Suerte Versione app: f1cd754