News 2

LA “SALUTE” DEL MGS TRIVENETO da Giovani per i Giovani

Il testo che segue è la relazione sullo stato del MGS Triveneto tenuta in occasione del Forum MGS (2 giugno a Mestre).Proviamo a “misurare la temperatura” del nostro MGS lasciandoci interpellare da alcuni indicatori...


LA “SALUTE” DEL MGS TRIVENETO da Giovani per i Giovani

da GxG Magazine

del 30 luglio 2007

 

Dividiamo in 3 parti questa presentazione:

 

Le priorità del MGS Triveneto

La “salute” del MGS Triveneto

Tentativi di sintesi della struttura del MGS Triveneto

 

 

Premessa

 

Premettiamo che quanto indicato è da considerarsi “in fieri” (e quindi soggetto a cambiamenti).

 

 

 

1. Alcune priorità del MGS Triveneto  (presentazione discorsiva)

 

-          La scelta di condurre ad una scelta di Dio vissuta e testimoniata.

-          La scelta del lavoro in rete tra le due ispettorie e i centri salesiani

-          La scelta del protagonismo giovanile nella gestione del MGS Triveneto

-          La scelta di un coordinamento forte e chiaro

-          La scelta dell’animazione vocazionale

-          La scelta della comunicazione

 

 

2. La “salute” del MGS Triveneto

 

Proviamo a “misurare la temperatura” del nostro MGS lasciandoci interpellare da alcune parole chiave ed atteggiamenti, indicatori utili per una verifica e una conseguente programmazione.

 

 

Interiorità e crescita nella fede

 

È l’aspetto che dà senso a tutto e che garantisce robustezza di motivazioni e la retta intenzione. Non è possibile farne una valutazione, dato che il tema è legato al cammino personale di ciascuno. I punti per una verifica personale di un cammino nel MGS riguardano: il desiderio di Dio, la vita di preghiera, la vita sacramentale (eucaristia e confessione), la coerenza di vita, la capacità di testimonianza, il desiderio di santità, la passione per i nostri santi, la passione per i giovani, la scelta vocazionale…

Ci sono comunque degli indici che segnalano un cammino di fede da parte del MGS Triveneto. Dobbiamo crescere, forse, nella capacità di comunicarci e donarci l’esperienza di Dio con semplicità.

 

 

Il protagonismo dei giovani: Giovani per i Giovani

 

Punti forza – Ci sembra positivo il coinvolgimento di molti giovani all’interno dei vari organi (in particolare staff ed équipe) preposti a sostenere la vita del MGS Triveneto. Sta aumentando l’assunzione di responsabilità, la consapevolezza e l’intenzionalità del servizio, il desiderio di “fare corpo” e di riconoscersi come portatori di un carisma all’interno della Chiesa. È cresciuta la decentralizzazione dei compiti realizzando responsabilità distribuite e specifiche.

 

Punti deboli – È necessario crescere per giungere a forme di assunzione di maggior responsabilità. In alcuni è presente la difficoltà di conciliare il protagonismo e l’assunzione di responsabilità locale e quello ispettoriale. Debole la presenza di giovani in alcune équipe, specie nella fase progettuale.

 

 

La salesianità nostra e delle nostre proposte

 

Punti forza – È forte l’identificazione carismatica e il desiderio di essere Don Bosco oggi. Nelle nostre proposte è cresciuta la consapevolezza di offrire una esperienza salesiana e non generica.

 

Punti deboli – Non sempre riusciamo a tradurre in pratica, a comunicare e a rendere visibile il nostro appartenere alla Spiritualità Giovanile Salesiana. La maggior parte della formazione in questo campo è demandata al locale e per questo è molto eterogenea (sia riguardo i contenuti sia riguardo l’intensità della proposta). I momenti specifici di formazione alla salesianità sono ancora pochi.

 

 

Coscienza e capacità di compiere un’azione di evangelizzazione

 

Punti forza – Il principale è certamente il desiderio di comunicare la gioia della propria fede. A ciò si accompagna una progettazione di alcune attività in chiave evangelizzatrice. Positivo il fatto che ci stiamo molto interrogando su cosa significhi evangelizzare in stile salesiano.

 

Punti deboli – Uno dei punti deboli è la non convergenza di significato e quindi di prassi pastorale attorno al termine evangelizzazione. Il rischio da una parte è di impostare un’opera di evangelizzazione che prescinde da una graduale interiorizzazione della fede, dall’altra di non giungere mai all’annuncio esplicito di Cristo.

 

 

Comunione e qualità relazionale

 

Punti forza – Il desiderio di camminare insieme non manca: segno è la partecipazione corale a momenti ed eventi in cui tutti sono convocati. Vi sono tra noi relazioni belle e costruttive sebbene a volte si realizzino solo all’interno dei singoli gruppi di lavoro.

 

Punti deboli – Riguardo le relazioni rischiamo, specie nei gruppi più legati alla realizzazione immediata, di fermarci al fare, tralasciando la condivisione del nostro vissuto.

Esistono ancora sacche di ragionamenti est-ovest che limitano la progettualità e incrinano le relazioni. Dobbiamo forse crescere nella conoscenza delle diverse parti del MGS Triveneto (tale è lo scopo del Forum MGS).

 

 

La crescita vocazionale

 

Punti forza – La partecipazione di giovani ai cammini vocazionali è segno che vi è il desiderio di cogliere il proprio posto all’interno della Chiesa e del carisma salesiano.

 

Punti deboli – Mentre sono chiari i passi e le esperienze da vivere per giungere ad un confronto esplicito con la vita consacrata salesiana, non è allo stesso modo chiaro e visibile l’iter per giungere a scelte laicali radicali nel carisma salesiano (cf. Cooperatori, ex-allievi/e, associazionismo, altre forme di volontariato…). Sembra vi sia la tentazione di sentire la scelta laicale salesiana come relegata ad una età giovane.

 

 

Rapporto locale-ispettoriale

 

Punti forza – È certamente cresciuta la consapevolezza che locale e ispettoriale sono due polmoni che si necessitano, si completano e si integrano vicendevolmente. L’animazione locale vive l’animazione ispettoriale come una delle sue dimensioni proprie e necessarie e l’animazione ispettoriale agisce da supporto e non si sostituisce alla vivace animazione locale.

 

Punti deboli – Nonostante il rapporto sia in crescita, rimangono vari punti deboli e critici. Alcuni sono legati ad una mentalità in cui il locale basta a se stesso non rendendosi conto che chiudersi significa morire: vige il timore che il livello ispettoriale si voglia sostituire al locale (non tanto per gli eventi quanto per i cammini formativi).

In altri casi la difficoltà è legata alla fatica del locale di gestire allo stesso tempo il rapporto con la parrocchia, e quindi diocesi, e il rapporto con la realtà ispettoriale. Vi sono infine delle difficoltà legate alla vastità del territorio (cf. in seguito Il territorio).

Ciò che maggiormente evidenzia le difficoltà tra locale e ispettoriale è la partecipazione alle équipe e staff e la partecipazione ai cammini formativi (vocazionali, mondialità…). È debole, inoltre, il rapporto con l’ambiente scuola.

 

Il territorio

 

Punti forza – Il principale punto di forza è che le ispettorie sdb e fma coincidono. Questo permette una proposta e un lavoro unitario. Il territorio non è eccessivamente ampio per cui gli appuntamenti principali (se fatti in zone centrali) sono accessibili a tutti.

 

Punti deboli – La vastità del territorio, pur non essendo eccessiva, penalizza la partecipazione a quegli incontri che sono più frequenti, in particolare va a scapito della partecipazione ad équipe e staff. Si tratta di affrontare il problema in modo che anche i più lontani dalle zone centrali non si trovino sempre penalizzati e per la distanza e per il tempo per percorrerla e per la spesa economica per affrontarla. Proprio per questo motivo l’organigramma del MGS Triveneto non è rappresentativo di tutte le realtà.

 

La proposta pastorale annuale

 

Punti forza – La scelta di questi ultimi anni di prendere la Strenna del Rettor Maggiore come proposta educativo pastorale dell’anno è certamente indovinata dato che tutto il mondo salesiano si sta orientando in questo modo.

 

Punti deboli – Mentre la proposta educativo pastorale nel locale trova maggiori occasioni di sviluppo, a livello ispettoriale si limita allo slogan e ad alcune accentuazioni all’interno dei vari eventi o dei cammini. Non vi sono occasioni in cui approfondire a livello ispettoriale la proposta educativo pastorale con i giovani (gli unici luoghi sono il giornalino-sito e i Meeting MGS).

 

 

3. Tentativi di sintesi della sua struttura del mgs triveneto 

 

 

  

 

ORGANIGRAMMA MGS TRIVENETO

 

 

COORDINAMENTO

 

Delegati di PG

·         INE                                                     

·         ITV                                                     

 

Équipe di PG

·         INE                             

·         ITV                             

 

Segreteria MGS                 

 

Raccordo con il Nazionale e PG Triveneto  

·         PG Italia - Triveneto                          

·        Consulta Nazionale MGS                  

 

 

UFFICI MGS e servizi specifici

 

Presenza negli uffici

·         Segretaria MGS                                

·         Volontari SCN                                   

 

Redazione Giovani per i Giovani

·         Direttore Responsabile                     

·         Redattori

·         Correzione articoli                            

·         Relazione Redazione-Grafico          

·         Grafica                                              

·         Stampa e spedizione                        

·         Schedario                                         

 

Siti web

·         Responsabile

·         Redazione

·         Tecnici informatici

 

Servizio Civile Nazionale

·         Responsabile                                   

·         Formazione                                         

·         Selezioni                       

·         Progettazione                                    

·         Rapporti con le opere                       

·        Segreteria SCN                                 

 

Economia

·         Economo MGS                                          

 

Progettazione

·         Progettisti      

 

 

STAFF MGS

Curano gli eventi e gli strumenti del MGS

 

·         Staff Festa dei Giovani

·         Staff Festa dei Ragazzi

·         Staff Redazione GxG

·         Staff DBWeb

·         Staff DBLive

·         Staff Corsi Animatori

·         Staff Meeting Leader

·         Staff Meeting Biennio

·         Staff Meeting Triennio

 

 

 

ÉQUIPE  MGS

Coordinano i cammini formativi e/o esperienze associative nel MGS

 

Éq. Vocazionali

 

·         SavioClub

·         Leader Ovest

·         Leader Est

·         Giovani Orizzonti M *

·         Giovani Orizzonti F *

·         Giovani per i Giovani *

·         Gruppo Ricerca * 

·         Comunità Diaspora M *

·         Comunità Diaspora F *

·         Scuola Cooperatori

 

* Sono previste esperienze di comunità più o meno strutturate.

 

Éq. Missionarie (cf. Comitati)

 

Scuola di Mondialità

Qui e là insieme

VIS

VIDES

 

 

Éq. Cammini formativi

 

·         ADS

·         MGS Giovani

·         GEX

 

 

Éq. Associazioni del Tempo Libero (cf. Comitati)

 

·         TGS

·         PGS Friuli V.G.

·         PGS Veneto

·         CGS

don Igino Biffi, sr Anna Peron

Mucha Suerte Versione app: f1cd754