News 2

La cena per farli conoscere

Sandro fa l'attore ed ha sempre visto la vita in modo positivo, ma ultimamente sembra che tutto il mondo gli crolli addosso perchè il lavoro va male. Decide così di tentare il suicidio, annunciandolo pubblicamente, sperando che questo possa dare una svolta alla sua vita. Ricoverato in ospedale, viene raggiunto dalle tre figlie, che una volta riunite decidono di fare qualcosa per aiutare il padre, pensando di fargli conoscere una donna...


La cena per farli conoscere

da Attualità

del 15 febbraio 2007

FARLI INCONTRARE

Durata: 1h 40’Genere: commediaRegia: Pupi AvatiAnno: Italia 2006

Cast: Vanessa Incontrada, Ines Sastre, Violante Placido, Diego Abatantuono, Francesca   Neri

Sito: www.lacenaperfarliconoscere.it

 

Giudizio ACEC: Accettabile/problematicoTematiche: Donna; Famiglia - genitori figli; Mass-media; Morte;  

 

Trama:Sandro Lanza fa l'attore ed ha sempre visto la vita in modo positivo, ma ultimamente sembra che tutto il mondo gli crolli addosso, ha perso i capelli, gli amici e quello spirito umoristico che gli faceva avere la battuta pronta in ogni occasione. Anche il lavoro va male e decide così di tentare il suicidio, annunciandolo pubblicamente, sperando che questo possa dare una svolta alla sua vita. Ricoverato in ospedale, viene raggiunto dalle tre figlie, avute con tre donne diverse, che vivono sparpagliate per l'Europa e non si vedono da molto tempo. Una volta riunite decidono di fare qualcosa per aiutare il padre, pensando di fargli conoscere una donna, una vera donna, colta, intelligente, autonoma, rassicurante, una di quelle donne dalle quali Sandro si é sempre tenuto alla larga

 

 

Sandro Lanza (Diego Abatantuono) è la rappresentazione dell'attore italiano.

Completamente votato al cinema in gioventù, è approdato in età avanzata al mondo dorato ed effimero della televisione.

Concentrato solamente su se stesso, ha quasi del tutto dimenticato le tre figlie, avute da madri diverse, sparse in tutta Europa (Roma, Parigi, Madrid). Una serie di disgrazie riporterà questo improbabile quartetto familiare estremamente frammentato sotto lo stesso tetto con una sola domanda da parte delle tre ragazze: chi si prenderà cura di papà?Questo è l'avvio di 'La cena per farli conoscere', una pellicola molto classica che ricorda non solo - ovviamente - i film di Avati, ma tutto il cinema italiano degli ultimi trent'anni. Il sottotitolo porta la dicitura 'commedia sentimentale' e non potrebbe essere più esplicativo. In effetti la commistione di commedia, dramma, melò è una caratteristica del cinema italiano, e a questo punto viene da chiedersi se non stia piuttosto diventando una patologia, nella continua riproposizione di tematiche familiari a sfondo dolce-amaro.'La cena per farli conoscere' è ricca di elementi che potrebbero essere spunti di riflessione sulla nostra contemporaneità, come la dialettica tra cinema e televisione, la disgregazione dei nuclei familiari, la malattia, l'infedeltà coniugale (anche se motivata da ragioni molto più complesse di quanto possa sembrare), l'annullamento di sé in un matrimonio senza speranza. Problemi attuali dunque, uniti dal filo conduttore dell'impossibilità di afferrare nuovamente il passato fuggito via per sempre.In cucina con l'aggiunta di troppi ingredienti si corre il rischio di preparare una pietanza troppo densa o troppo speziata. Nel cinema a volte il risultato è opposto: ci si può trovare dinanzi a un piatto annacquato. In effetti 'La cena per farli conoscere', anche se evidentemente parla di legami familiari, rischia a tratti di risultare disorientante con le molte storie raccontate, tanto da perdere il senso complessivo di un racconto abbondantemente condito da gag, lacrime e situazioni e personaggi spesso al limite del paradosso. Indubbiamente la sequenza della cena è irresistibile, e Inés Sastre si dimostra del tutto non solo in grado di interpretare personaggi dalle motivazioni complesse, ma anche di avere una presenza scenica superiore al semplice aspetto. Usciti dalla sala però resta un senso di vertigine, come se molto restasse di non detto o non risolto.

 

La frase:

-          '..è già innamorata di papà!'

- '..allora è una cretina!'

PdC

http://www.filmup.com

Mucha Suerte Versione app: f1cd754