News 2

Giornata della Memoria dei bambini - vittime

DAL 25 APRILE AL 1 MAGGIO. La Giornata della Memoria dei Bambini - vittime della violenza, dello sfruttamento e della indifferenza è diventata il 19 maggio 2005 Legge Regionale Siciliana e dovrà celebrarsi “la prima domenica di maggio di ogni anno”. L'Associazione Meter onlus per tradizione, inizierà le celebrazioni il 25 aprile per concluderle la prima domenica di maggio.


Giornata della Memoria dei bambini - vittime

da Attualità

del 26 aprile 2007

Breve nota storica sulla Giornata della Memoria dei Bambini (GMBV)

 

VIDEO

 

 

La Giornata della Memoria dei bambini - vittime della violenza, indifferenza e sfruttamento - viene celebrata presso la Parrocchia Madonna del Carmine di Avola dal 1995 (su richiesta di famiglie e dei gruppi di bambini). Nel 1995, a motivo di un tentato omicidio a danno di una bambina di 11 anni e dopo vari episodi di racconti di abusi e, successivamente dopo il suicidio di un ragazzo di 14 anni, la comunità cristiana guidata da don Fortunato Di Noto, iniziò a riflettere sulla condizione dell’infanzia e dell’ adolescenza, impegnandosi contro ogni forma di sfruttamento e di abuso all’infanzia, concentrando sforzi e risorse nel contrastare la pedofilia e la pedopornografia.

 

Nel 1996 e, successivamente, nel 1998, si aggiunsero tristi vicende accadute in Italia e all’estero (Belgio); anni che videro una “stagione di violenza e di sangue”,  l’apice della violenza su bambini, sottratti al calore delle loro famiglie. Parallelamente la pedofilia, e il suo strutturatasi a livello criminale e con conseguenti pseudo-celebrazioni di ‘orgoglio pedofilo ’, impose un ulteriore slancio alla Giornata della Memoria dei bambini che negli ultimi anni ha assunto carattere nazionale, strutturata con due momenti celebrativi (il primo commemorativo: preghiere e riflessioni; il secondo dedicato ai bambini e alle famiglie.)

 

Nel 2002, su sollecitazione istituzionale ed ecclesiale, la GMB è diventata un appuntamento e un forte richiamo in Italia e all’estero per la Chiesa, la società civile e le realtà politiche e culturali. Una Giornata che di anno in anno cresce, si sviluppo e coinvolge sempre più istituzioni, realtà ecclesiali, civili e politiche.

 

Il Presidente della Repubblica, le alte cariche dello Stato (Presidenti Camera e Senato), Magistrati, Vescovi, Associazioni e la Regione Sicilia hanno apprezzato da sempre questa iniziativa (arrivata al suo 10° anno): «La celebrazione della Giornata “della memoria dei bambini vittime della indifferenza, della violenza e dello sfruttamento” rinnova nella coscienza collettiva l’attenzione su un tema cruciale.

Il contributo dell’Associazionismo è essenziale per rafforzare l’impegno comune nella tutela dei minori. Per rendere più salda la garanzia dei fondamentali diritti alla salute, all’istruzione scolastica, alle pari opportunità.

Con questa consapevolezza il Presidente della Repubblica invia a lei, reverendo Padre, agli organizzatori della manifestazione, a tutti i presenti un augurio e un saluto cordiale, cui unisco il mio personale.» (dal Quirinale,2005)

I Vescovi, nelle loro Diocesi, hanno invitato le loro comunità ecclesiali a pregare e riflettere sulla condizione dell’infanzia. Parrocchie e Associazioni, anno dopo anno, si coinvolgono in questo appuntamento che diventa sempre più condiviso.

 

Gli Sportelli Meter, presenti in diverse città italiane e i referenti all’estero, sono impegnati a promuovere la GMB.

 

La Giornata della Memoria dei Bambini - vittime della violenza, dello sfruttamento e della indifferenza è diventata il 19 maggio 2005 Legge Regionale Siciliana e dovrà celebrarsi “la prima domenica di maggio di ogni anno”.

 

L’Associazione Meter onlus per tradizione, inizierà le celebrazioni il 25 aprile per concluderle la prima domenica di maggio.

 

Per maggiori dettagli e informazioni:

segreteria@associazionemeter.it - oppure 800 455270

 

 

Associazione Meter

http://www.associazionemeter.it

Mucha Suerte Versione app: 4e9c9ca