News 2

Don Maurizio: un piccolo segno del Suo amore in Siria

Don Maurizio Spreafico (Salesiano di origine lombarda, già Delegato Pg della Lombardia, già membro della Segreteria Nazionale MGS, già Delegato Nazionale Savio Club e Vocazioni, ecc.); da alcuni anni è in Medio Oriente e ci racconta...


Don Maurizio: un piccolo segno del Suo amore in Siria

da MGS News

del 23 ottobre 2006

Carissimi amici,

 

Vi scrivo da Aleppo (Siria) dove mi trovo da oltre un anno dopo l´esperienza vissuta per due anni in Egitto. Dopo un estate intensa e ricca di iniziative e di attività, ho fatto una breve visita alla mia famiglia in Italia e sono rientrato a metà settembre per continuare il mio servizio qui ad Aleppo, insieme allo sforzo di inculturazione e di apprendimento della lingua.

Quest´anno in comunità siamo in 5 salesiani e un giovane prete maronita che vorrebbe diventare salesiano. Siamo due italiani, due egiziani e due siriani e comunichiamo tra noi prevalentemente in arabo e talvolta in italiano.

Con il mese di ottobre abbiamo ripreso le varie attività del centro a servizio di molti ragazzi, giovani e famiglie cristiane della città. Durante la settimana il nostro centro è molto frequentato soprattutto nei due giorni festivi di venerdì e domenica: il venerdì pomeriggio ci sono 250 ragazzi per il catechismo e il gioco; così pure la domenica pomeriggio per la Messa e il gioco. Ma anche negli altri giorni ci sono varie attività per gruppi: 10 squadre di calcio e basket di diverse fasce d´età che vengono per gli allenamenti e le partite; 7 associazioni salesiane che vengono per gli incontri e le attività. Ci sono poi altre attività di carattere culturale e religioso: la proiezione di un film due o tre volte al mese, gite o escursioni nei giorni di vacanza scolastica, celebrazioni o feste particolari, ecc.

Durante la settimana inoltre seguiamo gli universitari cristiani: il venerdì mattina la Messa e il martedì sera un incontro di carattere formativo. Ogni due settimane andiamo nelle carceri per la Messa, mentre a Natale e a Pasqua organizziamo un pullman per portare in visita ai carcerati i loro parenti. Ogni giorno abbiamo diverse comunità di suore da cui andiamo per celebrare la Messa in francese, inglese o arabo (Salesiane, Francescane missionarie, Suore di San Giuseppe, Suore di Madre Teresa, Dorotee) La domenica mattina abbiamo anche una Messa in italiano per un piccolo gruppo di fedeli. Ogni giorno è aperta la nostra biblioteca frequentata da vari giovani che vengono a studiare, trovando qui un ambiente tranquillo e accogliente. C´è anche un bel gruppo di Cooperatori salesiani (30), che collaborano con noi o in altre attività sociali e religiose della città. Collaboriamo con il Centro Catechistico di Aleppo e con altre iniziative della Chiesa locale.

Nella mattinata abbiamo anche delle ore di studio: io aiuto un egiziano e un siriano ad apprendere la lingua italiana; un siriano mi aiuta nella pratica dell´arabo dialettale che si parla qui; approfondiamo insieme la spiritualità salesiana e la vita religiosa; ecc.

Due o tre volte all´anno ci incontriamo con le altre comunità salesiane della Siria e del Libano (4 comunità in Siria e 2 in Libano) per una giornata di ritiro e di condivisione pastorale.

La presenza salesiana qui ad Aleppo è assai significativa: è un centro di aggregazione per molti ragazzi e giovani cristiani della città di diversi confessioni e riti (greci-cattolici e greci-ortodossi, siriaci-cattolici e siriaci-ortodossi; armeni-cattolici e armeni-ortodossi, maroniti, caldei e latini). C´è un clima familiare molto bello e la nostra comunità è molto aperta e accogliente. Vari giovani di Aleppo nel corso degli anni sono diventati salesiani (ci sono 14 siriani in ispettoria di cui quasi tutti di Aleppo).

Ringrazio il Signore di essere qui in Medio Oriente, terra che ha visto il fiorire delle prime comunità cristiane e che oggi è crocevia di culture e religioni diverse, laboratorio concreto di convivenza e di tolleranza, snodo fondamentale per la costruzione di un mondo riconciliato. Affido al Signore la mia vita perché sia un piccolo segno del suo amore per questa gente ricca di valori, di attese e di speranze.

 

Don Maurizio Spreafico

 

Mucha Suerte Versione app: 4e9c9ca