News 2

Da che parte stai?

Immagina di salire su un grattacielo e di poter vedere come vivono l'estate i tuoi coetanei o quelli con qualche anno più di te. Attenzione! Guarda bene, perché è facile d'estate prendere un abbaglio, confondere il bene con il “che c'è di male”. Osserva tutti attentamente da ogni angolatura e non dare alcun giudizio se prima non hai guardato dentro te stesso. Mettiti comodo, perché la visione sarà interessante e varia. Ricorda: fa' tutto questo con un umiltà, poiché siamo su un grattacielo non su un piedistallo!


Da che parte stai?

da Attualità

del 06 luglio 2007

Da una parte c’è chi l’estate la vede come il tempo del meritato riposo dopo le fatiche di un anno di studio. Sveglia tardi, granita e brioche, mare, play station e serata con gli amici. Risultato? Sonno quasi recuperato, qualche chilo di più e lo stomaco non tanto a posto, la vista un po’ rovinata, tanti amici, molti dei quali spariranno in breve tempo.

Dall’altra c’è chi d’estate ha scelto di mettere da parte qualcosa per realizzare qualche piccolo sogno. Così ai libri sostituisce un attrezzo di lavoro e si riserva solo qualche ora per sé. Risultato? Fare sacrifici di solito non è male, ma consumarsi e non riposarsi per niente non servirà certo a godersi la realizzazione del sogno!

Poi potrai vedere chi ha scelto la vita del vip; tutto mare e sole nei migliori lidi, cocktail e bibite rinfrescanti, la barca di un amico, i locali migliori e il costumino alla moda. Risultato? Peccato o per fortuna non è un vip, e non crediamo basti un estate così a diventarlo. Certo sarà abbronzato o bruciato, avrà fatto donazioni notevoli a bar, lidi e ristoranti…chissà quante avventure da raccontare. Speriamo solo che trovi qualcuno che abbia voglia di ascoltarlo, di certo non troverà paparazzi nonostante i suoi sforzi!

E che dire di chi non abbandona di tenersi in forma, di tonificarsi, di curare al massimo il proprio corpo? “Il corpo è il tempio dell’anima”, già dell’anima non di se stessi e dell’esteriorità. Curare il corpo è un bene, ma lasciar perdere l’anima è un rischio per l’oggi e il futuro. Un bel corpo non dura per sempre – è la natura – una bella anima ci accompagnerà per tutta la vita!

Qualcuno avrebbe da ridire su chi ha scelto di dedicare parte delle proprie vacanze al volontariato dopo un anno di impegno e di studio; già chi glielo fa fare! Poveretto! Lo vediamo tra bambini e ragazzi, tra anziani e diversamente abili, a mare o in montagna, stanco ma felice, sudato ma rinvigorito, sporco ma sereno. E il mare, gli amici, il riposo, l’abbronzatura, i viaggi, gli amici, le avventure amorose? Gli alieni sono davvero tra noi? Risultato: se guardi bene, ti accorgerai che avrà più amici di quanto pensi e li conserverà per tutta la vita, che sarà sereno e riposato, e perché no, persino abbronzato non solo nel corpo ma anche nell’anima!

Da più parti si possono osservare quelli che vivono un’estate tranquilla: viaggio in famiglia, vita da lido, qualche sera con gli amici, magari più di un libro da leggere. Scelgono la moderazione, meglio non rischiare gli eccessi e riposarsi per essere in forma per il rientro. Il corpo e l’anima? Un po’ ci si pensa e po’ no, poi si vedrà. Risultato: scelte per lo più date dal buon senso, speriamo che siano davvero tutte così.

Torniamo a noi, sul nostro grattacielo da osservazione; hai davvero guardato con attenzione? Hai visto i tuoi amici per caso qua o là? Hai fatto i tuoi progetti per l’estate? Magari stai ancora studiando per l’esame di Stato oppure sei universitario e l’estate può apparire lontana. Quale parte sceglierai, dove andrai?

Marco Pappalardo

Mucha Suerte Versione app: 4e9c9ca