News 3

SEGWAYSLALOM in anteprima mondiale in Italia alla Festa dei Giovani

Domenica 2 marzo 2008 nel piazzale antistante al Palazzo del Turismo di Jesolo (VE) dalle ore 11.00 alle 18.00, in occasione della Festa dei Giovani organizzata dal Movimento Giovanile Salesiano Triveneto, si terranno le prime selezioni studentesche (h 13.30) riservate alla Regione Veneto, per il primo Campionato Italiano di Segway Slalom (CISS 2008, Pozza di Fassa). Consiste in una prova di SegwaySlalom® in unica mansch cronometrata. Gli Atleti, come nel tipico slalom speciale dello sci alpino, affronteranno nel minor tempo possibile il numero di porte stabilito...


SEGWAYSLALOM in anteprima mondiale in Italia alla Festa dei Giovani

da Feste dei Giovani

del 22 febbraio 2008

 

NASCITA DI NUOVA DISCIPLINA SPORTIVA (PRIMA MONDIALE): SEGWAYSLALOM®.

 

Segway Trentino Alto Adige (Trento), Festa dei Giovani DonBoscoLand 2008, in collaborazione con APT Pozza di Fassa, Noobjects (TN), Moonlight srl (MI), Scuola sci Vajolet (Pozza di Fassa), ristorante Do’Vea (Pozza di Fassa), Corpus srl (BZ) e La Caramella (TN) comunicano che:

 

Domenica 2 marzo 2008 nel piazzale antistante al Palazzo del Turismo di Jesolo (VE) dalle ore 11.00 alle 18.00, in occasione della Festa dei Giovani organizzata dal Movimento Giovanile Salesiano Triveneto, si terranno le prime selezioni studentesche (h 13.30) riservate alla Regione Veneto, per il primo Campionato Italiano di Segway Slalom (CISS 2008, Pozza di Fassa). Consiste in una prova di SegwaySlalom® in unica mansch cronometrata. Gli Atleti, come nel tipico slalom speciale dello sci alpino, affronteranno nel minor tempo possibile il numero di porte stabilito, delimitate da pali snodati Street Profesional® SPM. La manifestazione è aperta, oltre agli Studenti in qualificazione ai CISS, anche a chi (amici, genitori, curiosi, ecc.) desidera cimentarsi con i pali Street Professional SPM, prima dei campionati 2008. Il casco protettivo all’interno del tracciato di gara è obbligatorio.

A tutti sarà offerta l’opportunità di utilizzare un’Unità SPTi2 gentilmente offerte da Segway T.A.A., Segway Jesolo, Segway Veneto, Ristorante Do’ Vea (Pozza di Fassa) e ass. Juvenes (BZ). Anche i caschi protettivi saranno disponibili.

 

La presentazione alla Regione Veneto di questa nuova disciplina sportiva rientra nel programma nazionale dei Campionati Italiani di SegwaySlalom® che si terranno il 3 e 4 maggio 2008 a Pozza di Fassa (TN): vedi volantino. Analoghe selezioni sono già state disputate per la Provincia di Bolzano mentre sono in programmazione per la provincia di Trento (aprile 2008) e la Regione Emilia Romagna.

Uno degli obiettivi di questa iniziativa è dimostrare la “sciabilità” del Robot automatico autobilanciato Segway PT i2 e quindi come sia possibile offrire “una sciata” e tanto divertimento anche durante la stagione estiva.

Inoltre, fino ad oggi, mai un sistema di trasporto elettrico ad emissione zero e a basso consumo energetico (1,3 € d’energia elettrica utilizzata per percorrere 600 km), si è misurato, a livello agonistico, uscendo dallo schema della performance di se stesso. Tutte le macchine elettriche tradizionali si sono sempre misurate tra loro a livello di miglior consumo, velocità, distanza percorsa, ecc., cose da Ingegneri insomma, senza mai “rendere” nulla all’Atleta.

 

Il Segway PT i2, questa volta però, in anteprima mondiale in Italia, dimostrerà che, pur essendo unanimemente riconosciuto come Sistema di Trasporto Personale (SPT) di ottima qualità, (soprattutto per la sua Genialità) si fa da parte, permettendo all’Atleta di impadronirsi completamente della complessa tecnologia Segway e di disporne letteralmente a suo “godimento”. Questo confermando che il successo di qualsiasi innovazione, per complessa che possa essere, è strettamente legato all’imediata fruibilià della stessa.

Niente a che vedere comunque con qualsiasi competizione motoristica tradizionale: qui non si inquina, non si emettono gas nocivi, non si consumano carburanti e soprattutto i cavalli espressi, non sono direttamente proporzionali al rumore emesso. Una vera rivoluzione, anche culturale se vogliamo, dove i giovani (e sono tanti!) che si avvicinno a quest’innovazione non sono più attratti dall’assordante rombo del motore, ma dalla magia del “scivolare via” senza procurare il minimo disturbo.

 

Lo stesso Giorgio Rocca (foto affianco), incuriosito dal poter affrontare un palo snodato da speciale sull’asfalto (ma non solo) è rimasto piacevolmente sorpreso dal salire a bordo di un’Unità SPTi2, scoprire che ci si muove senza alcuna abilità particolare e inizialmente senza quasi far nulla (per i pali poi un “po’ di abilità” ci va).

Si crea una specie di “confusione razionale” che si trasforma subito in Emozione molto simile allo sci, ma che invece è tipica solo del SPTi2. Insistere nella prova e trovarsi dopo pochissimi minuti a “tirare nei pali snodati” come un campione di Coppa del Mondo di slalom speciale… Provate a pensare ad un’altra attrezzatura così fruibile escludendo le scarpe da ginnastica e il costume da bagno…

In effetti “il saper sciare bene”, soprattutto con le nuove tecniche introdotte dall’innovazione dell’attrezzo sci, avvantaggia molto nella conduzione del SPTi2, in quanto movimenti e distribuzione dei pesi sull’attrezzatura sono praticamente identici alla corretta conduzione dello sci sciancrato. Giorgio Rocca, che ha fatto rilevare subito tempi di mansch degni del più incallito professionista Segway e naturalmente i Maestri di sci, sono in assoluto le Persone che si impadroniscono nel minor tempo (si parla si secondi) del SPTi2: la “sentono” immediatamente come già nota. Anche a Loro però, salire sul SPTi2 e trovarsi subito a “sciare a secco e in salita” (volendo), offre una nuova, strana e piacevole Emozione. Il poter affrontare il palo come in una gara di slalom speciale invece è a dir poco coinvolgente. Probabilmente stiamo assistendo alla nascita di una nuova disciplina sportiva, che come tale è ricca di passione ed Appassionati, dilettanti e professionisti che potranno “sciare” con il SPTi2 tutto l’anno, cimentarsi in gare agonistiche o semplicemente divertirsi, senza alcun impatto ambientale, senza costosissimi impianti di risalita e soprattutto offrendo alla Montagna (o alla Città) l’opportunità di proseguire l’attività sciistica per tutta l’Anno.

 

E siamo solo all’inizio. Ricordate quando sono arrivati i primi windsurf o le prime tavole da snowboard o ancor prima i “rampeghini” (mountain bike)?

A tutto questo non dimentichiamo di aggiungere che comunque le Unità SPTi2 sono tranquillamente utilizzabile per ogni grande o piccolo spostamento quotidiano (al contrario degli sci, del costume da bagno, della bici e al limite anche delle scarpe da ginnastica).

 

Per ulteriori informazioni trento@segway.it, bolzano@segway.it, www.donboscoland.it oppure tel. 348.1.58.59.60 (SegwaySlalom®), siamo a disposizione e lieti di iniziarti alla nuova pratica dello “sci a secco” su Unità SPTi2: “Con SPTi2 campioni non si nasce, si diventa… al contrario dello sci alpino?”.

 

 

Per l’Organizzazione CISS 2008

Fabrizio Pellegrini

(Segway Dealer Trentino Alto Adige)

 

 

VEDI IL SEGWAY ALL'OPERA... 

Nota bene

 

Potranno partecipare alla gara dii Segway o semplicemente provarli solo coloro che risultano regolarmente iscritti alla Festa dei Giovani del Movimento Giovanile Salesiano Triveneto (si dovrà esibire il biglietto e il segno della Festa).

 

Fabrizio Pellegrini

Mucha Suerte Versione app: f4f8ceb