News 3

Scambio di Persona?

Vorrei che ci fermassimo a riflettere su un fatto che i giornali hanno definito tragedia ma, in realtà, ha avuto onore nelle cronache solo perchè c'è stato uno scambio per così dire di persona...


Scambio di Persona?

da Quaderni Cannibali

del 11 settembre 2007

 

 

 

Vorrei che ci fermassimo a riflettere su un fatto che i giornali hanno definito tragedia ma, in realtà, ha avuto onore nelle cronache solo perchè c'è stato uno scambio, per così dire, di persona...sto parlando della vicenda accaduta a Milano all'ospedale 'San Paolo'.

Una donna di 38 anni con gravidanza gemellare, gli esami evidenziano che si tratta di due feti di sesso femminile e che una delle gemelle è affetta da sindrome di down; La coppia decide allora di eliminarla, di tenere solo la bambina sana. I medici però sbagliano, viene soppresso il feto sano; Allora si ricorre nuovamente all'Aborto eliminando anche l'altra...Fine.

I giornali titolano 'Tragico Errore'; la famiglia pare che abbia sporto denuncia, e allora se ne parla per un po'. Se ne parla perchè è stato eliminato il feto sano.

Se tutto fosse andato come previsto, nessuno avrebbe avuto nulla da eccepire...una bimba down in meno.

La verità, nuda e cruda, è che i genitori vogliono figli sani, perfetti, non c'è posto per questo mondo per l'imperfezioni.  Anche se si trattasse di un genio della matematica, ma con una gamba più corta dell'altra, le statistiche dicono che avrebbe il novanta per cento delle possibilità di venire eliminato prima di vedere la luce.

In realtà la Legge 194 non consente l'eliminazione dei figli imperfetti, dice infatti:

'A)L'interruzione volontaria della gravidanza dopo i primi 90 giorni può essere praticata, quando la gravidanza o il parto comportino grave pericolo per la vita  

della donna. B)  Quando siano accertati processi patologici, tra cui quelli relativi a irrilevanti anomalie del nascituro che determinano un grave pericolo per la salute fisica o psichica della donna.' <!--D(['mb','\u003c/div\>\n\u003cdiv\>Ecco qui il barbatrucco, un figlio down non presenta un pericolo per la salute fisica della madre, ma si fa presto a trovare un medico che certifichi che la salute psichica, quella sì, un figlio down, potrebbe metterla in pericolo, come del resto un figlio che non dorme tutta la notte. \n\u003c/div\>\n\u003cdiv\>Sia chiaro, un figlio down, un figlio disabile, è una fatica, una sfida, ma quale figlio non lo è? Il problema vero e che ci sentiamo più giusti di Dio, che vogliamo decidere chi è degno e chi non è degno di venire al mondo, e non abbiamo il coraggio di chiamare le cose con il loro nome...diciamo aborto terapeutico, ma non è terapeutico per il feto che viene eliminato e non&nbsp; lo è per la madre, perchè non c&#39;è niente di terapeutico nel decidere che quel figlio non ha i requesiti giusti per venire al mondo. \n\u003c/div\>\n\u003cdiv\>Si tratta semplicemente, tragicamente di pulizia etnica, l&#39;uomo si affida alla scienza per avere la certezza della felicità, e la scienza che conosce e indaga, usa le nuove tecnologie non per migliorare la vita ma per selezionarla...siamo arrivati a questo...vi racconto un episodio: Luca è un ragazzo down, l&#39;altra sera a cena, ci spiegava che era stato invitato alla tradizionale&nbsp;&quot;Messa dell&#39;ammalato&quot;, ma che non avrebbe partecipato perchè lui non è malato, è sano come un pesce...ho detto tutto! \n\u003c/div\>\n\u003cdiv\>&nbsp;\u003c/div\>\n\u003cdiv\>&nbsp;\u003c/div\>\n',0]);D(['ce']);//-->

Ecco qui il barbatrucco: un figlio down non presenta un pericolo per la salute fisica della madre, ma si fa presto a trovare un medico che certifichi che la salute psichica, quella sì, un figlio down, potrebbe metterla in pericolo, come del resto un figlio che non dorme tutta la notte.

Sia chiaro, un figlio down, un figlio disabile, è una fatica, una sfida, ma quale figlio non lo è? Il problema vero e che ci sentiamo più giusti di Dio, che vogliamo decidere chi è degno e chi non è degno di venire al mondo, e non abbiamo il coraggio di chiamare le cose con il loro nome...diciamo aborto terapeutico, ma non è terapeutico per il feto che viene eliminato e non  lo è per la madre, perchè non c'è niente di terapeutico nel decidere che quel figlio non ha i requisiti giusti per venire al mondo.

Si tratta semplicemente e tragicamente di pulizia etnica: l'uomo si affida alla scienza per avere la certezza della felicità, e la scienza che conosce e indaga, usa le nuove tecnologie non per migliorare la vita ma per selezionarla...siamo arrivati a questo...

Vi racconto un episodio: Luca è un ragazzo down, l'altra sera a cena, ci spiegava che era stato invitato alla tradizionale 'Messa dell'ammalato', ma che non avrebbe partecipato perchè lui non è malato, è sano come un pesce... eho detto tutto!

 

 

 

 

Nerella Buggio

http://www.radioformigoni.it

Mucha Suerte Versione app: f1cd754