Donboscoland

La lettera del bambino arrestato a dieci anni per aver portato il cibo a Terry S...

Ricordate che durante l'agonia di Terry Schiavo molti furono fermati dalla polizia mentre cercavano di portare alla donna cibo e acqua? Fra gli altri, un bambino di dieci anni, che è stato riconosciuto colpevole di violazione della proprietà, condannato a 25 ore di lavori di pubblica utilità e a scrivere una lettera di scuse. Lui ha scritto una lettera commovente...


La lettera del bambino arrestato a dieci anni per aver portato il cibo a Terry Schiavo

da Teologo Borèl

del 02 settembre 2005

Joshua Heldert, dieci anni, maggiore di otto bambini, è stato arrestato il Venerdì Santo di quest’anno per violazione di proprietà mentre cercava di portare acqua da bere a Terry Schiavo. Pochi giorni più tardi Terry Schiavo morì disidratata intenzionalmente. Joshua è stato giudicato colpevole in tribunale, condannato a 25 ore di servizio di utilità pubblica e gli è stato ingiunto di scrivere una lettera di scuse per la sua azione.

 

La foto dell’arresto del ragazzo fu sbattuta sulle prime pagine di tutti i giornali nazionali; questa la sua lettera di scuse:

 

'Il mio nome è Joshua Heldreth. Ho 10 anni. Sono stato arrestato il Venerdì Santo per aver violato la proprietà del centro per malati.

Io non ho violato la legge, ho rispettato la legge di Dio. Questa è molto importante.

Nella Bibbia è detto nei dieci comandamenti di non uccidere. E' detto di amare il tuo prossimo come te stesso. E' detto anche in Matteo 25, quando ero affamato ed assetato mi avete dato cibo e acqua. Fare questo per gli altri era come farlo per Dio ed Egli ha chiamato Giusti coloro che hanno fatto questo e li ha portati in paradiso. Così io ho voluto fare la stessa cosa.

Non dare alla Signora Schiavo cibo o acqua era sbagliato. Io sono entrato nella vostra proprietà perchè Gesù avrebbe fatto la stessa cosa. Mi rendeva triste il fatto che lei fosse tanto assetata, e rendeva triste anche Gesù. Io sapevo che lei sarebbe morta senz’acqua, e sono stato chiamato da Gesù a difendere chi non si poteva difendere. Così sono entrato nella vostra proprietà per cercare di portare a lei da bere.

Mi spiace che a voi questo non sia piaciuto e che non mi avete permesso di aiutarla quando sono entrato nella vostra proprietà. Mi dispiace che non abbiate aiutato a salvare la sua vita e un giorno dovrete spiegare a Dio perché. Io non potrò aiutarvi come ho cercato di aiutare lei. Pregherò per voi ogni giorno perchè voi possiate avere un giorno un'amicizia personale con Gesù Cristo e servire Lui sinceramente, non importa come. Joshua Heldreth”.

 

LifeSiteNews.com oggi ha incontrato il padre di Joshua, Scott Heldreth, che ha dichiarato di essere molto orgoglioso di suo figlio.

 

'Mio figlio mi ha stupito in tutta questa faccenda' ha detto Heldreth. L'orgoglioso padre ha raccontato che è stata un'iniziativa esclusivamente del proprio figlio tentare di portare alla donna morente un bicchiere d'acqua, e nonostante i genitori lo avessero avvertito che sarebbe stato arrestato, il ragazzo insisteva. 'E' stato lui a pregarci di andare lì, perchè voleva darle un bicchiere d'acqua...Noi abbiamo spiegato che la polizia non gli avrebbe permesso di aiutarla...che sarebbe stato arrestato, ma lui è andato comunque'.

 

Il leader del movimento Pro-life, Rev. Flip Benham di Operation Save America ha dichiarato a LifeSiteNews.com che tutto il movimento ha condiviso l'orgoglio di Heldreth per suo figlio. Benham ha sottolineato la reazione di Heldreth al venerdì Santo, quando vedeva che stavano arrestando suo figlio: 'Quando tutto è successo Scott stava piangendo, e suo padre stava piangendo lacrime di gioia vedendo suo figlio non solo pronunciare il discorso cristiano, ma percorrerne la strada'

 

Mentre la lettera di scuse è stata spedita, Heldreth ha detto a LifeSiteNews.com di non essere del tutto certo che sarà accettata.

 

Vedi la lettera originale

 

 

http://www.donboscoland.it/2005/immagini/JoshuaApology.pdf

Mucha Suerte Versione app: ab9fce4