Donboscoland

L33 Alla direttrice della casa di Bordighera suor Adele David (Lettera di Madre ...


L33 Alla direttrice della casa di Bordighera suor Adele David (Lettera di Madre Mazzarello)

da Spiritualità Salesiana

del 12 maggio 2005

L33 Alla direttrice della casa di Bordighera suor Adele David

Nizza Monferrato, 27 dicembre 18791

Viva Ges√π Bambino!

Carissima mia buona suor David e suore

1. Ho ricevuto la vostra lettera, vi ringrazio degli auguri e delle preghiere fattemi e che io ho gradite di tutto cuore. Gesù ve le ricambi in tante ferite d'amore,2 ed io in ricambio ho pregato questo tenero Gesù Bambino per voi. Siete contente? Vi ho passate tutte per nome, ho detto: suor David, suor Carlotta, suor Giuseppina e suor Marietta,3 ho detto che vi dia la sua umiltà, il distacco da voi stesse, l'amore al patire e quella obbedienza pronta, cieca, sottomessa che aveva Lui al suo Eterno Padre, a San Giuseppe, a Maria e che praticò fino alla morte di croce. Gli ho detto che vi dia carità e quel distacco totale da quel che non è Dio, la pazienza e una perfetta rassegnazione ai voleri di Dio.

2. O mie care sorelle, quanti esempi di belle virtù possiamo ricavare alla presenza di Gesù nel presepio! Meditatelo e vedrete il frutto che ne ricaverete, grande sarà se lo mediterete con umiltà.

3. Vi auguro un buon anno colmo di tutte le benedizioni del Cielo. Mie care suore, cominciatelo bene l'anno, pensate che per qualcuna di noi può essere l'ultimo anno che cominciamo e chi sa se arriveremo al[la] fine? Bisogna che stiamo sempre preparate e tener i conti aggiustati, così la morte non ci farà paura.

4. Coraggio a far guerra all'amor proprio, battiamolo quel brutto nemico che è quello che ci fa perdere il frutto delle buone opere.

5. Abbiatevi tutti i riguardi necessari, statemi sempre allegre, sane d'anima e di corpo. Pregate con fervore anche per me, neh, e per le vostre sorelle. Non dimenticatevi di quelle che passarono all'altra vita ed ancora di quelle che sono in America.

6. Suor Carlotta, vi ringrazio del vostro biglietto che mi avete scritto, son tanto contenta che siate allegra e tranquilla. Dio vi benedica e voi continuate sempre ad essere buona e a dar buon esempio alle vostre sorelle.

7. Vostra sorella4 è allegra, sta bene e vi saluta. Pregate per essa e per me, neh, coraggio, presto andrò a vedervi.

8. E tu, suor Giuseppina, sei sempre birichina? son contenta sai, che stai sempre allegra, continua sempre ad essere obbediente e umile se vuoi presto far professione, sai?5 ti dò l'incarico di fare star allegra suor Marietta. Prega per me e per tutte.

9. Suor Marietta, mi farai il broncio che ti ho lasciata l'ultima, nevvero? Ma sta' allegra, ché‚ ti voglio bene sai, non ti dimentico mai, e tu preghi per me? la ubbidisci la tua Direttrice? io lo spero. Tua sorella Angiolina sta bene. 6

10. Mi ha scritto suor Maddalena Martini che adesso la mandano in Patagonia. Prega per essa e per tutte. Dio ti faccia tutta sua.

11. Dunque coraggio a tutte, in modo speciale a voi, suor Adele, abbiatevi riguardo alla sanità. Salutatemi il vostro Sig. Direttore7 e raccomandatemi alle sue fervorose preghiere. Dite tante belle cose alle ragazze e [al]la Sig.ra Letizia8 che si faccia coraggio, che prego e faccio pregare per essa.

12. Noi qui stiamo bene, eccetto suor Angiolina Delodi e suor Maria Stardero che hanno il vaiolo.9 Pregate per esse e per me, neh, ne ho molto bisogno.

Rinnovo i miei ringraziamenti e credetemi ai piedi del Bambino Ges√π vostra

 

Aff.ma Madre

la povera suor Maria Mazzarello

 

1 La lettera autografa fu ritrovata a Buenos Aires nel 1981, forse portata là da qualche missionaria. Fino a quella data si disponeva soltanto di una trascrizione.

2 Espressione caratteristica della spiritualità del tempo che significa un ardente amore per Gesù.

3 La comunità era costituita da tre professe (suor Adele David, direttrice, suor Maria [Marietta] Cassulo e suor Carlotta Negri) e da una novizia (suor Armelonghi Giuseppina).

4 La sorella di suor Carlotta Negri, Emilia, era novizia. Farà professione il 2 settembre 1880 a Nizza Monferrato e, dopo aver operato come maestra di asilo in Piemonte, nel 1894 sarà inviata in Sicilia, per l'apertura della casa di Vizzini. Morirà a Cesarò (Messina) il 6 agosto 1909

5 Figlia del dott. Giovanni Armelonghi, medico di Lugagnano (Piacenza), e orfana di madre, fu educanda a Mornese, dove nel 1878 entrò nell'Istituto delle FMA. Fece la professione religiosa a Nizza Monferrato il 2 settembre 1880 e morì nel 1886 a soli 24 anni di età. Anche le sorelle Clelia e Marietta diverranno FMA e l'unico fratello Eugenio sarà sacerdote salesiano.

6 Suor Angela Cassulo fece parte del primo gruppo di missionarie che partirono per l'Uruguay e fu una delle pioniere nella Patagonia

7 Don Nicolao Cibrario, direttore del collegio salesiano di Bordighera.

8 Era la signorina Letizia Lavagnino (cf L07, nota 69).

9 In quell'anno a Nizza Monferrato non solo si soffriva il freddo intenso, ma vi era anche il vaiolo che serpeggiava e mieteva le sue vittime. Nonostante il vaccino a cui tutte si sottomisero, alcune suore e una postulante vennero colpite dalla malattia (cf Cronistoria III, pag. 126 e141).

Mucha Suerte Versione app: f1cd754