News 3

Il sogno delle due colonne

Tempo fa mi trovavo seduto in una magnifica cattedrale in ascolto di un interessante e splendido concerto. Ero seduto nella navata laterale e in questa particolare posizione vedevo l'orchestra e il coro diagonalmente: li vedevo tra una colonna e l'altra di questa imponente cattedrale. La cosa interessante è che la visione del coro e dell'orchestra era, per così dire, incastonata tra i dipinti delle pareti della chiesa...


Il sogno delle due colonne

da MGS News

del 30 gennaio 2009

Carissimi amici,

           

            Sta diventando questo un appuntamento atteso da tanti, gradito per molti: ritrovarsi tra mano “un dono di famiglia”, un sogno di don Bosco commentato e utilizzato per la formazione nostra e dei nostri destinatari. È anche bello che sia don Bosco a inoltrarci nel nuovo anno additandoci le cose a Lui più care: l’Eucaristia e la figura di Maria, le due colonne attorno alle quali è nata e cresciuta la Famiglia salesiana.

 

            Questo libretto si inserisce nella Strenna del 2009: far conoscere don Bosco e il suo stile di educazione significa far crescere “un movimento di persone per la salvezza dei giovani!”  Il sogno “delle due colonne” non conosce frontiere di età, di impegno, di settore di lavoro… Chi è “salesiano” a vario titolo deve possedere questi due cuori, quelle due colonne cui attraccare la propria vita e il proprio servizio ai giovani!

 

            Scorrendo le pagine del libretto ti accorgerai di una caratteristica molto utile: in un momento in cui si va riscoprendo l’importanza degli itinerari nel campo della formazione, il libretto è impostato come un cammino per portare i giovani a comprendere, amare e vivere l’Eucaristia e la devozione a Maria.

 

Situarli nel proprio ambiente, calibrarli ai destinatari sarà compito ineludibile di ogni Educatore, ma aver indicato delle tappe, delle mete intermedie è già un dono prezioso.

 

            A te l’invito a diffondere questo “tesoro di famiglia” tra quanti conosci e tra quanti lavori. Grazie!

Buon cammino!

 

                                                                                  I novizi di Monte Oliveto - Pinerolo

 

 

Se pensi che possa essere utile per i tuoi incontri, per i giovani, per i gruppi puoi richiedere copie di questo libretto alle persone indicate qui sotto.

Il costo di ogni libretto è di 2 euro.

 

 

Per richiedere copie di questo libretto, rivolgersi a

§         Don Carlo Maria Zanotti   maestronovizi@tiscali.it

Don Gianni Ghiglione     gianni.uni@libero.it

 

 

 

Introduzione

 

Tempo fa mi trovavo seduto in una magnifica cattedrale in ascolto di un interessante e splendido concerto. Ero seduto nella navata laterale e in questa particolare posizione vedevo l’orchestra e il coro diagonalmente: li vedevo tra una colonna e l’altra di questa imponente cattedrale. La cosa interessante è che la visione del coro e dell’orchestra era, per così dire, incastonata tra i dipinti delle pareti della chiesa, che ritraevano la nascita, la morte e la gloria di nostro Signore e le varie colonne massicce della cattedrale. Il potere della musica, con le sue particolari armonie, rendeva l’atmosfera ricca di emozioni e i vari segni e simboli incredibilmente ‘parlanti’.

I volti dei musicisti: gioiosi e fieri di ciò che stavano facendo, erano visibilmente sicuri e felici, volti giovani e belli.

La cattedrale: illuminata e imponente. I giochi di luci la rendevano ancora pi√π solenne e solida. Le sue colonne si slanciavano in alto in una prospettiva dinamica e forte allo stesso tempo.

Che meraviglia! In questo contesto mi è venuto subito in mente questo sogno sul quale stavo lavorando, al messaggio di vita e di stabilità che vuole trasmettere.

Mi immaginavo proprio così il suo messaggio: ricco di armonia, di bellezza, di convinzione e di stabilità.

 

È questo il desiderio e l’augurio più grande nei confronti dei giovani. Una vita stabile in Dio, ancorata solidamente in Lui, dunque gioiosa e felice. Una vita sicura, coraggiosa, orgogliosamente vivace e capace di affrontare decisamente ogni situazione, proprio come quei musicisti che non si spaventavano delle più difficili armonie, ma con gioia e sicurezza si muovevano tra una battuta e l’altra.

 

Pertanto ecco questo suggerimento di don Bosco: il sogno delle due colonne. Un viaggio per vivere la propria vita nella piena maturità e nell’equilibrio delle proprie forze. La stabilità è data in Dio e il percorso per ottenerla è vivere fedelmente la propria vita spirituale, ancorati all’Eucaristia e accompagnati da Maria.

 

Carissimi giovani siate coraggiosi!

Non abbiate paura di fermarvi e assicurare i vostri passi a queste due colonne. Vi sosterranno sempre e ovunque. In qualunque mare vi troverete, sarete al sicuro. Fidatevi e camminerete decisi nella gioia e verso la gioia.

Buon cammino!

 

 

 

 

don Carlo Maria Zanotti, salesiano

 

Mucha Suerte Versione app: 513c99e