News 3

Elenco delle missionarie e dei missionari uccisi nell'anno 2008

Come agli inizi, anche oggi Cristo ha bisogno di apostoli pronti a sacrificare se stessi. Ha bisogno di testimoni e di martiri come san Paolo: un tempo persecutore violento dei cristiani, quando sulla via di Damasco cadde a terra abbagliato dalla luce divina, passò senza esitazione dalla parte del Crocifisso e lo seguì senza ripensamenti. Visse e lavorò per Cristo; per Lui soffrì e morì. Quanto attuale è oggi il suo esempio!


Elenco delle missionarie e dei missionari uccisi nell’anno 2008

da Attualità

del 24 marzo 2009

“Come agli inizi, anche oggi Cristo ha bisogno di apostoli pronti a sacrificare se stessi. Ha bisogno di testimoni e di martiri come san Paolo: un tempo persecutore violento dei cristiani, quando sulla via di Damasco cadde a terra abbagliato dalla luce divina, passò senza esitazione dalla parte del Crocifisso e lo seguì senza ripensamenti. Visse e lavorò per Cristo; per Lui soffrì e morì. Quanto attuale è oggi il suo esempio!”

(Benedetto XVI)

 

 

 

QUADRO RIASSUNTIVO DELL’ANNO 2008

 

Nome e Cognome

Nazionalità

Diocesi o Istituto

Data e luogo della morte

 

D.Pedro D. Orellana Hidalgo

Venezuela

Diocesano

6/1 – Caracas (Venezuela)

 

Padre Jesus Reynaldo Roda

Filippine

OMI (Missionari Oblati di Maria Immacolata)

15/1 - Tabawan (Filippine)

 

D. Michael K. Ithondeka

Kenya

Diocesano

26/1 – Nakuru (Kenya)

 

Fratel Joseph Douet

Francia

Fratelli dell’istruzione cristiana di S. Gabriele

8 aprile – Katako (Guinea C.)

 

P. Brian Thorp

Inghilterra

Missionari di Mill Hill MHM

9 aprile - Lamu (Kenya)

 

S.Ecc. Mons. Paulos Faraj Rahho

Iraq

Arcivescovo Caldeo di Mosul (Iraq)

13 marzo (?) – Mosul (Iraq)

 

 

D. Mariampillai Xavier Karunaratnam

Sri Lanka

Diocesano

20 aprile - Ambalkulam (Sri Lanka)

 

Don Julio Cesar Mendoza Acuma

Messico

Diocesano

2 maggio - Città del Messico

 

P. Johnson Moyalan

India

Salesiani (SDB)

1° luglio – Sirsia (Nepal)

 

Don Jaime Ossa Toro

Colombia

Istituto per le  Missioni estere di Yarumal

13 agosto – Medellin (Colombia)

 

P. Thomas Pandippallyil

India

Carmelitano

16 agosto - Mosalikunta (India)

 

 D. Nilson José Brasiliano

Brasile

Diocesano

24 agosto - Tieté (Brasile)

 

 

Don John Mark Ikpiki

Nigeria

Diocesano

1/9 – Isiokolo (Nigeria)

 

D. Gerardo Manuel Miranda Avalos

Messico

Diocesano

2/9 - Los Reyes (Messico)

D. Samuel Francis

India

Diocesano

20/9 (?) - Chota Rampur  (India)

 

Mercy Bahadur

India

laica

20/9 (?) - Chota Rampur  (India)

 

Don Bernard Digal

India

Diocesano

28/10 – Chennaio (India)

Padre Otto Messmer

Kazakhstan

Gesuita (SJ)

27/28-10 – Mosca (Russia)

 

Padre Victor Betancourt

Ecuador

Gesuita (SJ)

27/28-10 – Mosca (Russia)

 

Boduin Ntamenya

R.D.Congo

 laico

15/12 – Rutshuru (R.D.Congo)

 

 

Uccisi nell’anno 2008

1 Arcivescovo

16  sacerdoti (9 diocesani, 2 SJ, 1 OMI, 1 SDB, 1 Carmelitano, 1 MHM, 1 IMEY)

1 religioso

2 laici

 

Paesi di origine

Asia: 9 (5 India, 1 Iraq, 1 Sri Lanka, 1 Kazakhstan, 1 Filippine)

America:  6 (2 Messico, 1 Colombia, 1 Venezuela, 1 Brasile, 1 Ecuador)

Africa:  3 (Kenya, Nigeria, R.D.Congo)

Europa: 2 (Inghilterra, Francia)

 

Luoghi della morte

Asia:  8 (4 India, 1 Filippine, 1 Iraq, 1 Sri Lanka, 1 Nepal)

America: 5 (2 Messico, 1 Venezuela, 1 Colombia, 1 Brasile)

Africa: 5 (2 Kenya, 1 Guinea Conakri, 1 Nigeria, 1 R.D.Congo)

Europa: 2 (Russia)

 

Un elenco mai concluso

A questo elenco provvisorio stilato annualmente dall’Agenzia Fides, deve comunque essere aggiunta la lunga lista dei tanti di cui forse non si avrà mai notizia, che in ogni angolo del pianeta soffrono e pagano anche con la vita la loro fede in Cristo. Si tratta di quella “nube di militi ignoti della grande causa di Dio” - secondo l’espressione coniata da Papa Giovanni Paolo II - a cui guardiamo con gratitudine e venerazione, pur senza conoscerne i volti, senza i quali la Chiesa e il mondo sarebbero enormemente impoveriti. (Agenzia Fides 30/12/2008)

 

 

________________________

1 Negli ultimi tempi, il conteggio riportato nel comunicato dell’Agenzia Fides non riguarda solo i missionari ad gentes in senso stretto, ma tutti gli operatori pastorali uccisi in modo violento o che hanno sacrificato la vita consapevoli del rischio che correvano, pur di non abbandonare il proprio impegno di testimonianza e di apostolato.

 

http://www.mgm.operemissionarie.it

Mucha Suerte Versione app: 513c99e