News 3

Dove il cielo incontra la terra

Per quanti di voi è stato determinante conoscere Don Bosco e il carisma Salesiano? Per Giovanna ha significato ricominciare a vivere. Lei, come molti giovani, crescendo ha rischiato di perdersi in quel noto mare di avversità adolescenziali...


Dove il cielo incontra la terra

da Quaderni Cannibali

del 25 ottobre 2008

Per quanti di voi è stato determinante conoscere Don Bosco e il carisma Salesiano?

Per Giovanna ha significato ricominciare a vivere.

Lei, come molti giovani, crescendo ha rischiato di perdersi in quel noto mare di avversità adolescenziali, dal quale è stata salvata grazie all’aiuto provvidenziale e all’educazione ricevuta da alcune FMA piemontesi.

Indelebili sono per Giovanna i giorni trascorsi nell’Istituto Sacro Cuore delle FMA di Casale Monferrato, dove è cresciuta nella fede, nella speranza, nella carità e nella gioia, punto di riferimento del Sistema Preventivo.

E’ lì che ha imparato pure a partecipare e ad essere presente nel sociale. Studente dell’ultimo anno, eletta rappresentante degli studenti della Provincia di Alessandria è partita per Roma come referente del “Progetto Giovani”. All’Oratorio salesiano del Valentino ha vissuto l’esperienza di oratoriana, di animatrice dell’estate ragazzi, di catechista, con passione sorprendente.

 

Il 5 Ottobre 2008, Giovanna si è unita in matrimonio con Jacopo nella Basilica di S. Francesca Romana, situata nei pressi dei Fori Imperiali di Roma.

Non è stata una celebrazione matrimoniale ordinaria:

Ribaditi più volte sono stati i temi di Amore, impegno, Speranza, rinnovamento, confronto, cambiamento, giustizia, verità, coerenza, vita, storia, gioia, responsabilità, legalità, libertà, solidarietà, coscienza, famiglia, educazione, cittadinanza e pace, che saldano nel migliore dei modi il cielo (la fede cattolica di Giovanna) e la terra (la coerenza morale di Jacopo, non credente).

Un matrimonio consacrato da quell’Amore che germoglia nel prendersi cura dei più bisognosi, della giustizia e della pace.

Stupendo l’accostamento tra la prima lettura sull’indifferenza e sull’assenteismo, tratta dagli scritti di Antonio Gramsci, scelta da Jacopo, e i versetti 15,9-17 del Vangelo di Giovanni, scelti da Giovanna.

Sorprendenti la decisione di non partire per il viaggio di nozze e di devolvere il corrispondente in denaro dei doni nuziali degli amici alla Fondazione Antimafia Giovanni Falcone per la lotta alla mafia e l’educazione alla pace.

Significativa è stata la partecipazione di giovani oratoriani di Casale Monferrato e di Roma in un unico coro, nella lettura delle intenzioni e nella presentazione delle offerte: le magliette dell’estate ragazzi, il Codice civile di Jacopo, avvocato, l’arcobaleno e l’ulivo che hanno sottolineato valori comuni a servizio dell’uomo e del cristiano.

Stimolanti infine le parole di Don Luigi Ciotti e le citazioni scelte:

 

“Non affannatevi” (Mt 6, 25-34)

“Non conformatevi alla mentalità di questo secolo, ma trasformatevi rinnovando la vostra mente” (Romani  12,12).

“Cercate prima il Regno di Dio e la sua Giustizia” (Mt 6,32)

“Essere buoni cristiani e onesti cittadini” (Memorie biografiche Don Bosco)

“Amatevi come io vi ho amati” (Gv 13,34)

“Vi ho scelti  perché portiate frutto e il vostro frutto rimanga” (Gv 15,16)

“Gli uomini sono come angeli con un’ala soltanto possono volare solo rimanendo abbracciati” (Don Tonino Bello)

Ringraziamo, quindi, calorosamente Giovanna e Jacopo per il loro “SI” e per il loro concreto adoperarsi nell’esercizio della loro professione presso il Ministero della Pubblica Istruzione, sostenendo quei valori che permettono ancora di far incontrare il “cielo con la terra”.

 

Pierpaolo Manodori Sagredo, Silvia Giglio, Francesca Grossi

http://www.cgfmanet.org

Mucha Suerte Versione app: 513c99e