Cammini MGS

Dall'eternità destinati ... 2 incontro MGS fidanzati

Sui passi della storia di Sara e Tobia, continua il nuovo cammino MGS Fidanzati, lanciato a maggio e giunto al suo secondo incontro.  Dodici coppie di giovani fidanzati del MGS Triveneto si sono ritrovati sabato 26 e domenica 27 novembre, presso la Comunità Proposta di Mogliano Veneto.


Dall'eternità destinati..
Questo è il leit motiv che guida Sara e Tobia al loro incontro.
Due storie difficili, a tratti "male-dette", diventano un'unica storia di salvezza, una storia "bene-detta". 

Sui passi della storia di Sara e Tobia, continua il nuovo cammino MGS Fidanzati, lanciato a maggio e giunto al suo secondo incontro. 
Dodici coppie di giovani fidanzati del MGS Triveneto si sono ritrovati sabato 26 e domenica 27 novembre, presso la Comunità Proposta di Mogliano Veneto (TV), dove, sotto la guida di Don Luca Bernardello, Suor Paola Vendrame e dell'Equipe composta da due coppie di sposi, hanno vissuto un intenso momento di riflessione e condivisione sul cammino del fidanzamento vissuto in pienezza.

Con l'aiuto di Don Silvio Zanchetta, le giovani coppie si sono addentrate nel libro di Tobia, contenuto tra i libri storici della Bibbia, approfondendone tematiche e simboli. E lì è iniziata la meraviglia...
Tobia, figlio di Tobi e di Anna, è inviato dal padre a riscuotere un debito per assicurare alla famiglia un buon sostentamento prima di togliersi la vita.
Sara, figlia di Raguele, è detta "maledetta" perché per sette volte si è sposata e per sette volte il marito è morto prima di unirsi a lei durante la prima notte di nozze.
Due storie di profonde preghiere che il Signore ascolta e fa incontrare. Due storie che diventano una sola storia di salvezza. Anche le storie di fidanzamento più contemporanee possono essere storia di salvezza. Scegliersi e decidere di re-stare dicendo il proprio Sì quotidiano, significa salvarsi, significa portarsi per mano alla salvezza.

Sara impara a lasciarsi amare, Tobia impara ad affidarsi senza paura. Insieme sono chiamati da Qualcuno a qualcosa di grande.. e allora non c'è più demonio, timore, maledizione o morte che tenga. C'è solo l'amore, che, sorretto dalla fede e dalla preghiera, è tutto: "Sorella, alzati! Preghiamo e domandiamo al Signore che ci dia grazia e salvezza." Essa si alzò e si misero a pregare e a chiedere che venisse su di loro la salvezza, dicendo: "Dègnati di aver misericordia di me e di lei e di farci giungere insieme alla vecchiaia" (Tobia 8, 4-5; 8. 7).

Dopo una serata di gioco, a cui è seguito un momento di Adorazione per affidare a Gesù il cammino con le difficoltà, le dolcezze e i grandi sogni che lo accompagnano, nella mattinata di domenica, le giovani coppie si sono ritrovate a mettere concretamente le mani in pasta nella propria vita, attraverso un bellissimo laboratorio artistico, utile a sbizzarrire la fantasia, raccontando anche aspetti più profondi della storia di ciascuno.

In vista del prossimo incontro, fissato per domenica 15 gennaio 2023, custodiamo nel cuore le parole e gli spunti ricevuti, pronti a farne viva quotidianità.

 

Scritto da: Irene Siviero

Mucha Suerte Versione app: 3.8.3.0 (931897f)