News 3

COMMIATO

È tempo che ti lasci, Madre,


COMMIATO

da Spiritualità Salesiana

del 12 giugno 2009

È tempo che ti lasci, Madre,

il cuore ha bisogno di pregarti.

Scrivere questo libro è stata una lunga fatica

ma anche un dolcissimo camminare con Te.

Ho cercato di dare spazio alle Tue parole,

riflesso semplice e puro della PAROLA.

Ho cercato di ascoltarti nella Tua “verità esistenziale”

così come Tu eri ogni giorno:

nella guerra diuturna ai tuoi difetti

e a quelli delle tue figlie,

nella pace del tuo abbandono a Dio

e a tutto il Suo volere

in cui s’identifica sempre il suo salvarci

e il nostro lasciarci salvare,

il suo infinito amore

e la nostra sete infinita di riamarLo.

 

Ora ti prego per me

E per tutti quelli che attraverso queste pagine

conosceranno la forza della tua testimonianza

e il tuo messaggio di vita, ancora così attuale,

perché evangelico e semplice,

radicato nella verità dell’Amore

che ci vuole anzitutto “veri”

fino alle radici dell’essere.

 

Ottienici, o madre,

di vivere alla presenza del Signore,

respirandolo sempre

in purità d’intenzione

che ci renda, presso i fratelli e le sorelle,

una semplice trasparenza del Suo Amore.

 

Quando preghiamo e quando operiamo,

quando ci accade di splendere in alto

e quando, in silenzio, siamo riposti

nell’angolo più oscuro della casa,

tutto in noi si semplifichi e s’arrenda

all’essenzialità dell’umile amore.

 

Ottienici, o Madre,

d’essere acque chiare

simili a Te

come il torrente Roverno.

 

Ottienici d’essere pampini della tua vigna

che dal permanere nella carità di Cristo

portano frutti abbondanti di salvezza.

 

Ottienici, o Madre, di andare ovunque

entusiasti promotori d’ogni vera espressione di vita,

annunciando al mondo la speranza.

 

Ottienici Tu dal Signore,

per intercessione della Vergine Ausiliatrice,

di scacciare da noi gli idoli del mondo,

di non conformarci mai alla sua mentalità

che è sfrenata corsa a dominare e a possedere.

Concedici di essere povere e libere

cantando per tutte le strade

l’unica ricchezza dell’amore.

 

Fa’ che aderiamo in pace ogni giorno

alla provocatoria sapienza della Croce.

E mentre i giorni passano brevi,

attizza in noi un gran fuoco di gioia.

Così, incontro al Regno che viene,

si riveli a tutti, come tu hai detto,

questo segno infallibile d’un cuore

vuoto di sé e che ama molto il Signore.

 

Amen. Alleluia!

 

Maria Pia Giudici, Mara Borsi

Mucha Suerte Versione app: 513c99e