News 3

Cities For Life

In tutto il mondo, 825 CITTÀ PER LA VITA illuminano un monumento-simbolo contro la pena di morte per dichiarare la loro adesione all'iniziativa "NO JUSTICE WITHOUT LIFE"


Cities For Life

da Iniziative in tour

del 30 novembre 2008

L’approvazione della Risoluzione per una Moratoria Universale della pena capitale all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 18 dicembre scorso, rappresenta indubbiamente uno degli avvenimenti più importanti del 2007, un passaggio storico di enorme valore morale e segna una tappa decisiva per l’affermazione di una giustizia capace di rispettare sempre la vita; di una giustizia senza morte. Il voto dell’Onu è una vittoria della dignità dell’uomo e della difesa dei suoi diritti fondamentali. La Comunità di Sant’Egidio ha lavorato intensamente per questo risultato, da anni, assieme ad altri protagonisti storici della Campagna mondiale, raccolti o a fianco della Coalizione Mondiale Contro la Pena di Morte (WCADP). Tuttavia, la strada verso l’abolizione della pena capitale resta lunga e difficile e necessita di un’azione decisa e a lungo termine in vista della implementazione della Risoluzione e dell’abolizione definitiva della pena capitale. 

 

A poco meno di un anno dall’approvazione della risoluzione per una Moratoria Universale delle esecuzioni capitali, il 30 novembre 2008,  centinaia di città del mondo dei cinque continenti, daranno vita alla Giornata Internazionale del 30 novembre: 'Città per la Vita- Città contro la Pena di Morte' che ricorda l'anniversario della prima abolizione della pena di morte dall'ordinamento di uno stato europeo, da parte del Granducato di Toscana nel 1786.

 

La Giornata Mondiale delle Città per la Vita/Città contro la Pena di Morte è un’importante iniziativa che ha messo in rete amministrazioni locali e società civili, per offrire e promuovere universalmente questa battaglia tanto decisiva per l’umanità intera. L’edizione del 30 Novembre 2007 ha registrato l’adesione di 760 città, di cui oltre 35 capitali, rappresentando così la più grande mobilitazione internazionale finora realizzata per fermare nel mondo tutte le esecuzioni capitali.

 

L'iniziativa – giunta alla sua settima edizione -  è stata promossa dalla Comunità di Sant'Egidio nel 2002 ed è oggi sostenuta dalle principali associazioni internazionali per i diritti umani, raccolte all'interno della World Coalition Against the Death Penalty (tra cui Amnesty International, Ensemble contre la Peine de Mort, International Penal Reform, FIACAT).

 

Roma, Bruxelles, Madrid, Toronto, Berlino, Barcellona, Città del Messico, Buenos Aires, Puerto Rico, Austin, Dallas, Antwerpen, Vienna, Parigi, Copenhagen, Stoccolma, Bogotà, Santiago del Cile, Abidjan, Lomè, Conakry, Maputo, Windhoek, Dakar, Praia, Napoli, Firenze, Reggio Emilia, Venezia… oltre 760 città piccole e grandi di 51 paesi del mondo sono diventate 'Città per la Vita - Città contro la Pena di Morte'!

 

Tutti i loro monumenti “simbolo” verranno illuminati  – dal Colosseo a Roma alla Plaza de Santa Ana di Madrid, dall'Obelisco centrale di Buenos Aires al Palazzo della Moneda a Santiago, dall’Atomium di Bruxelles alla Piazza della cattedrale di Barcellona - formando un ampio schieramento morale mondiale per chiedere di fermare tutte le esecuzioni capitali.

 

La pena capitale nel mondo appare utilizzata in un numero sempre più ristretto di Paesi e tale tendenza appare costante a partire dall’ultimo quarto del secolo scorso fino ad oggi. Progressi del fronte abolizionista si segnalano, a livello di opinione pubblica o nelle leadership, anche in molti stati mantenitori.  Nel Primo Rapporto sulla pena di morte e il suo uso, il 15 settembre scorso, il segretario Generale dell’Onu Ban Ki Moon ha affermato che c’è un “trend verso l’abolizione”. Dal 1976 4 paesi ogni anno hanno rinunciato all’uso della pena capitale.

 

In particolar modo, l’Africa, pur provata più di altri continenti dai conflitti e dalle povertà, continua a distinguersi per un trend positivo sia nella diminuzione costante del numero delle esecuzioni che nell’aumento dei Paesi che attuano una moratoria de facto. In questa direzione, nuove strategie e visioni comuni sono state accese a partire dai Convegni 'Africa for life', che per iniziativa della Comunità di Sant’Egidio ha visto riuniti a Roma negli ultimi anni Ministri della giustizia del Continente assieme a giuristi e politici europei.

 

Sul sito www.santegidio.org è possibile trovare tutte le indicazioni per coloro che volessero aderire con la propria città ed è disponibile la lista costantemente aggiornata delle Città per la Vita - Città contro la pena di morte. Inoltre verranno forniti tutti gli aggiornamenti, le immagini e le notizie che da esse ci giungeranno, per rendere visibile il loro impegno in occasione del 30 novembre.

 

Comunità di Sant'Egidio

http://www.santegidio.org

Mucha Suerte Versione app: 513c99e