Donboscoland

Che ne sarà di noi

Che ne sarà di noi? È la domanda fatidica sul futuro e anche lo spunto di partenza del film che Silvio Muccino ha scritto e interpretato. Un film fatto di partenze, di rincorse, di cambiamenti. Al centro dell'avventura un trio di amici nella prima vacanza da soli, quella post-maturità; tra loro una ragazza più grande.


Che ne sarà di noi

da Quaderni Cannibali

del 21 maggio 2004

Il film è divertente e molti giovani possono identificarsi nelle paure e nelle scelte fatte dai quattro amici interpretati da quattro stelle promettenti del cinema italiano: Silvio Muccino, Violante Placido, Giuseppe Sanfelice e Elio Germano.

Dopo la maturità si parte per un viaggio che nelle premesse é sempre carico di aspettative: bisogna conoscere, imparare, capire, l'idea della fuga è sempre in agguato, anche senza sapere verso dove né il perché. Un'ansia di ribellione che non è una novità e che vuole fare a pezzi tutto il mondo.

Il film è stato scritto da Silvio Muccino assieme a regista Giovanni Veronesi. Silvio Muccino dice: “In effetti io volevo fare questo film, ci tenevo molto perché volevo mettermi alla prova dopo Come te nessuno mai e volevo portare sullo schermo la mia generazione con dei personaggi veri e reali. In questo è stato importantissimo il gruppo con cui ho lavorato, amici prima che colleghi.

Sicuramente i personaggi che vengono descritti nel film sono reali: si va dal ragazzo borghese a quello di estrazione più popolare, dal figlio di papà a chi deve rimboccarsi le maniche per vivere. Sicuramente uno spaccato dei giovani d’oggi.

Per tutti i protagonisti l’importante è sperimentarsi fuori dal nido con la possibilità di scegliersi un destino.

Ma Che ne sarà di noi  non è un film generazionale e non vuole raccontare un viaggio iniziatici di questi quattro giovani. Tutti ne usciranno cambiati da questo viaggio. Chi più chi meno! Sicuramente la figura dei genitori che emerge è fortemente negativa… sono addirittura i giovani a chiedere ai genitori di tornare assieme! In alcuni momenti tocca tematiche molto importanti (rapporto genitori-figli, la libertà, l’amicizia, l’amore, la sessualità, la ricerca di senso per il futuro) anche se rimane superficiale. L’avventura di dieci giorni che possono essere una parentesi nella vita oppure il trampolino di lancio per il futuro!

 

 

CGS Schio

Mucha Suerte Versione app: f1cd754