News 3

'Ballate con i lupi!'.

Nei prossimi giorni Ordinazioni Sacerdotali a Padova. Ecco una riflessione al riguardo... «Vi diamo il benvenuto: perchè il nostro cristianesimo dell'innamoramento sta nascendo ora. Ai margini non c'è distinzione tra parroci e cappellani: l'unica distinzione è tra fioriti ed appassiti. O meglio: tra anatre selvatiche e anatre domestiche».


'Ballate con i lupi!'.

da Teologo Borèl

del 05 giugno 2008

 Succede come con le anatre selvatiche di A. de Saint-Exupery. Il loro passaggio, alto e triangolare, accende nelle anatre domestiche – abituate a mangimi, vermi e limitar di pollai – il brivido delle altezze. Tentano di spiccare il volo, ma poi planano pesantemente. Ma almeno nella loro testina, per un attimo, s'è incuneato il gusto delle attraversate, del volo, dello spazio degli oceani. Anche l'uomo s'accende in egual maniera. E, seppur per un istante, dimentica il limite della sua piccola esistenza terrena e tenta di alzarsi in volo. Vista da fuori, dev'essere più o meno così l'ordinazione sacerdotale di 6 ragazzi domenica prossima. Una scelta voluta, pensata, costruita. Sarebbe bello aggiungerci 'credibile': se ce ne daranno l'occasione lo faremo. Nell'intermezzo a noi spetta l'incoraggiamento e lo stupore per chi, ignaro del futuro, tenta di trasmigrare l'oceano dell'esistenza umana. Preti in un mondo che cambia. O che è già cambiato. Saranno preti scontati se seguiranno il trend in voga, preti innamorati se si lasceranno scavare e strapazzare dalla Parola, preti fedeli se si faranno rapire dall'inedito di Dio che li lancerà su sentieri inesplorati. Perché non c'è fedeltà senza rischio! Troppe volte la Scrittura ce lo rammenta: la sua dimenticanza non è più una scusante. E' 'omicidio premeditato'.

 

Al di là degli applausi commossi e scontati di domenica, li attende un clima di battaglia. Una battaglia cinica ed elegante per giovani sacerdoti che lavorano 'per conto terzi'. Sarà l'indifferenza della gente la loro frontiera. Nell'incredulità dei loro coetanei dovranno far breccia. Con la missione tragica del profeta dovranno misurarsi. Vita dura per chi sogna di prendere il Vangelo come metro di misura: la 'fotocopiatrice' sarà il primo regalo che troveranno nelle loro nuovissime canoniche. Fotocopiare per non scandalizzare. Per non innovare. Per non disturbare! Voglio credere che quell'olio - spalmato dal Vescovo sulle loro mani - rammenti loro ogni primo mattino che la fedeltà a Cristo è questione di creatività. Di fedeltà creativa. La tradizione vera non è la ripetizione meccanica di un passato pietrificato, ma è fatta di riprese creative del messaggio cristiano. Tradizione: perché radicata nel passato. E innovazione: perché il mondo chiede pane spezzato nella cultura d'oggi. Non si tratta di disprezzare il passato, ma di salvaguardarne la primigenia bellezza attraverso la sua attualizzazione. A questi giovani preti, probabilmente, verrà presentata una pagina già scritta. Come a dire: 'abbiamo già pensato noi per voi. Voi leggete: non occorre che inventiate dell'altro. Mangiate e dormite tranquilli'. Saranno le ore passate in ginocchio a svelare l'altra faccia della pagina: la zona dei margini. Sicuramente li troveranno bianchi, perché è una zona rischiosa, non molto ambita. Perché lì si infrangono i sogni di carriera. E' la zona in cui s'annotano divergenze, opinioni, sbavature, ritocchi. Nei margini le poesie diventano più evocative, si armonizzano. E' zona di abbellimento. Di sicuro non ci pesteremmo i piedi: non siamo tanti. Ma vi diamo il benvenuto: perchè il nostro cristianesimo dell'innamoramento sta nascendo ora. Ai margini non c'è distinzione tra parroci e cappellani: l'unica distinzione è tra fioriti ed appassiti. O meglio: tra anatre selvatiche e anatre domestiche.

 

Rischiate per non essere inseriti tra le 'rievocazioni degli antichi mestieri'. In un clero di fuoriclasse, saremo 'preti-asini'. Ma se Sansone ha ucciso mille uomini con una mascella d'asino (Gdc 15), cosa farà il Signore con asini interi?

 

Ultima raccomandazione. Accatastate bene gli applausi di questi giorni. Saranno gli ultimi (per chi scrive sui margini).

 

Da lunedì si balla con i lupi. Che meraviglia…!

Don Marco Pozza

http://www.sullastradadiemmaus.net

Mucha Suerte Versione app: 513c99e