3° Giorno Novena: Custodia del cuore


 

Dal Vangelo secondo Matteo

Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto nel campo; un uomo lo trova e lo nasconde; poi va, pieno di gioia, vende tutti i suoi averi e compra quel campo.

Il regno dei cieli è simile anche a un mercante che va in cerca di perle preziose; trovata una perla di grande valore, va, vende tutti i suoi averi e la compra.

 

 

Dalla vita di Domenico Savio

Quando Domenico entro all'Oratorio, Don Bosco aveva 39 anni.

Alla domenica (e nel pomeriggio dei giorni feriali) i prati dell'Oratorio erano invasi da centinaia di ragazzi di ogni genere: venivano a giocare, a imparare qualcosa, a stare con Don Bosco, pronti a divorare la pagnotta della merenda e magari a scappare quando era l'ora di andare in chiesa. Tra quei ragazzi, sovente sporchi e maleducati, Domenico fu subito un amico. Faceva il catechismo ai più piccoli nella chiesa dell'Oratorio, e tutti lo ascoltavano volentieri. La prima festa di Maria Immacolata che Domenico trascorse all'Oratorio (8 dicembre 1854) fu una giornata di entusiasmo grande. Papa Pio IX a Roma dichiarava verità di fede che la Madonna era nata senza peccato originale (=Immacolata Concezione). Domenico, nel pomeriggio di quel giorno, andò nella chiesa, si inginocchio all'altare della Madonna e si consacrò a Lei con queste parole che aveva scritto sopra un biglietto: Maria, vi dono il mio cuore, fate che sia sempre vostro. Gesù e Maria, siate voi sempre gli amici miei; ma per pieta fatemi morire piuttosto che mi accada la disgrazia di commettere un solo peccato mortale.

 

Commento

Domenico ha trovato subito ancora giovanissimo, nell’amicizia con Gesù e Maria, quella perla preziosa per cui vendere tutto con gioia. Chiediamo anche noi la grazia di custodire nel nostro cuore la bellezza dell’amore di Dio. C’è nel campo della nostra vita un tesoro che il peccato nasconde ma che la fede conosce. Chiediamo a Domenico che ci doni il suo stesso animo capace di dedicarsi interamente alla missione che Dio ci affida.

 

 

Silenzio personale di preghiera

 

 

Preghiera

O San Domenico Savio che nell’eroico proposito: “La morte, ma non peccati” hai conservato intatta la purezza del tuo cuore, ottieni anche a noi la grazia di imitarti nella fuga dai divertimenti cattivi e dalle occasioni di peccato per custodire questa bella virtù.

 

Impegno

Oggi ci impegniamo ad affidare le nostre giornate e il nostro cuore a Maria e Gesù, seguendo l'esempio di Domenico Savio.

 

Gloria al Padre

 

San Domenico Savio, prega per noi

 


tratto da bearzi.it