Quaresima

Ti va di cambiare? Da avaro e possessivo a generoso

Un percorso quaresimale per cambiare il nostro stile di vita, per essere buoni cristiani e onesti cittadini.


Avaro e possessivo

“Ma sei pazzo? Mica spendo tutti quei soldi” (15 euro di medicine per curarsi).
“10 Euro per il regalo di compleanno? Te li darò appena posso” (E non arrivano mai).
“Questi sono miei. Non li toccare”.

Questi sono solo alcuni dei numerosi pensieri e modi di fare di una persona avara. Avaro è colui che tende a pensare in modo ossessivo al denaro e alle risorse materiali che possiede, con una mentalità che tende ad essere concentrata esclusivamente sulla conservazione e sull'accumulo dei soldi. Questo atteggiamento può portare ad una serie di pensieri e comportamenti specifici, come ad esempio:

Una preoccupazione costante per il denaro, dove l'avarizia spinge la persona a pensare costantemente ai soldi e alla propria sicurezza economica, anche quando non c'è alcun bisogno reale; ad essere estremamente parsimoniosi, cercando di risparmiare su ogni spesa, anche su quelle necessarie per il benessere personale e degli altri; ad avere una paura eccessiva di perdere il denaro che si è accumulato, il che può causare una serie di comportamenti ossessivi, come il controllo costante delle finanze.
L'avarizia, inoltre, può impedire alla persona di concedere aiuto o di donare denaro, anche quando ciò potrebbe migliorare la vita degli altri o alleviare le loro sofferenze. Questo spinge poi la persona a valutare tutto in base al suo valore monetario, rendendola meno propensa ad apprezzare le cose non materiali come l'affetto, l'amicizia, l'amore e la bellezza.
In generale, l'avarizia può causare una serie di pensieri e comportamenti che ostacolano la capacità della persona di godere della vita e di costruire relazioni significative con gli altri.

Ti va di cambiare?

A te capita mai di voler avere tante cose, o anche voler tenere solo per te le persone? Di voler essere ricco e al tempo stesso non voler spendere mai soldi? Ti va di cambiare?

Tenete a mente che chi semina scarsamente, scarsamente raccoglierà e chi semina con larghezza, con larghezza raccoglierà. Ciascuno dia secondo quanto ha deciso nel suo cuore, non con tristezza né per forza, perché Dio ama chi dona con gioia. Del resto, Dio ha potere di far abbondare in voi ogni grazia perché, avendo sempre il necessario in tutto, possiate compiere generosamente tutte le opere di bene, come sta scritto: ha largheggiato, ha dato ai poveri; la sua giustizia dura in eterno. (2 Cor 9,6-9)

L’avarizia ci porta a vivere una vita in cui si cade nella solitudine e nella ossessività per l’accumulo di denaro, diventando incapaci di donare generosamente agli altri. 
Ecco allora che la Parola di Dio ci invita invece ad essere generosi, a donare con gioia, a donare largamente.
Diventare persone generose, invece che avare, ci porta numerosi benefici: oltre a farci sentire felici e soddisfatti, per il bene che abbiamo potuto dare al prossimo, troviamo una maggiore ricchezza negli affetti, nelle relazioni, come anche nella nostra salute mentale, non essendo più schiavi di pensieri che ci tormentano per difendere le nostre ricchezze, ma coltivando pensieri che invece aprono a nuove motivazioni e scopi per il benessere proprio e degli altri.
Essere persone generose ci porta a migliorare la società, permettendoci di costruire così il Regno di Dio contribuendo a creare una società più giusta, equa e solidale creando delle condizioni per una maggiore pace, armonia e stabilità sociale.

Esercizi pratici per cambiare:

Ecco alcuni suggerimenti che possono aiutare a vincere l’avarizia:

Cerca di capire perché sei così attaccato al denaro: cosa ti spaventa riguardo alla sua perdita? Questo può aiutarti a comprendere meglio la tua mentalità e ad affrontare le tue paure in modo più costruttivo.

Sforzati di aiutare e donare: donare denaro o tempo ad una buona causa può aiutarti a capire che la felicità e la soddisfazione non derivano solo dal denaro, ma anche dall'aiutare gli altri e dal sentirsi utili.

Apprezza le cose non materiali: cogli il valore dell'affetto, dell'amicizia, dell'amore e della bellezza e concentrarti su di esse per trovare felicità e soddisfazione nella vita.

Sviluppa una mentalità di abbondanza: cerca di spostare il tuo atteggiamento da uno di scarsità a uno di abbondanza, credendo che ci sia abbastanza denaro e risorse per tutti e che puoi sempre trovare un modo per guadagnare di più se ne hai bisogno.

Pratica la gratitudine: esprimere gratitudine per ciò che hai può aiutarti a focalizzarti sui positivi e a vedere che non tutto nella vita è basato sul denaro.

Ecco alcuni semplici esercizi concreti per cambiare:

Nei pensieri: “Chi posso aiutare oggi?”. Questo pensiero deve muovere la nostra giornata, così da mettere a disposizione noi stessi e quello che abbiamo per gli altri.

Nelle parole: “Dai che ti aiuto io? Di cosa hai bisogno?”. Questa frase ci aiuta ad uscire dalla nostra comfort zone, dove ci rintaniamo per difenderci dai bisogni degli altri. 

Nelle opere: Facendo opere di carità, dando mensilmente un piccolo contributo per una causa umanitaria (come offerte per le missioni).

Versione app: 3.13.7.0 (2d544e0)