CERCA

L'alba del nuovo mondo: la barbarie dell'individualismo

Redazionale di Cultura Cattolica.«Io non sono tollerante per niente verso le idee degli altri. Massimo rispetto per ogni persona (dall'inizio alla fine... della vita) ma non per le idee. Perché la realtà è che viviamo insieme e io ho bisogno degli altri per capire chi sono, per non sprecare l'unica vita che ho, e capire, non troppo tardi, che ho sbagliato.Per favore non tolleratemi: aiutatemi a capire se sbaglio...».

La Chiesa oggi è una «fortezza assediata»?

Alcuni fatti avvenuti in questi ultimi mesi hanno turbato il mondo cattolico, inducendo qualcuno a pensare che la Chiesa sia divenuta una «fortezza assediata». In realtà, si può parlare di una accresciuta aggressività del laicismo nei confronti dei cattolici. Ciò sembra dovuto al fatto che il laicismo, di fronte a un risveglio della religione, teme che la Chiesa possa minacciare l'esercizio di diritti ritenuti conquiste definitive e intoccabili della civiltà occidentale. In tale situazione i cattolici non devono chiudersi nel silenzio e tanto meno considerarsi una «fortezza assediata». Devono invece entrare in dialogo con i laici, per contribuire a «umanizzare» la società.

Don Bosco Santo Educatore - Scritti Pedagogici

Questo libretto raccoglie alcuni scritti di carattere pedagogico di San Giovanni Bosco, e nasce dal desiderio di offrire spunti autorevoli per tornare continuamente e magari comunitariamente a riflettere...

Ma il senso qual è?

Difficilmente l'uomo contemporaneo accetta tranquillamente questa lezione, e anche il credente la trova intollerabile se non avverte più - come unica radice e spiegazione di tutto - la presenza operante di Dio. Il maremoto asiatico pone insomma in discussione, una volta ancora, il senso della vita, essendo tragedie e dolori un mistero spesso incomprensibile.

Distrutto il Paradiso Terrestre: ora da che parte andare?

Presentiamo l'ultimo editoriale di culturacattolica.it«Spaventoso cataclisma praticamente a Natale nei posti turistici per eccellenza dell'occidente, nei nostri paradisi terrestri, dove vorremmo vivere ricchi, belli e felici. Migliaia e migliaia di morti, moltissimi bambini. Ancora bambini, come in Ossezia. Migliaia di ricchi occidentali bloccati, feriti, morti. Qualcuno dice, scendendo dall'aereo, “vacanze rovinate”: meno male che è solo qualcuno (che lo dice!).Tutto frutto di un caso?».

Siamo tutti ex embrioni

Un individuo inizia la sua esistenza quando si forma un embrione. Quest'embrione ha la capacità di autoindirizzare lo sviluppo di tutti i successivi stadi della vita umana. L'embrione è l'inizio di tutto e una società non è degna se non protegge gli anelli più deboli della sua catena.

TSUNAMI: la cospirologia applicata e nuove ipotesi di origine artificiale

La cospirologia applicata dice che esattamente un anno prima del maremoto, alla stessa ora dello stesso giorno, ma esattamente un anno prima (il 26 dicembre 2003 alle ore 5,28) in Iran la città d'arte di Bam è stata rasa al suolo. I morti furono almeno 50mila. Una coincidenza: per le teorie del Grande Complotto non è una coincidenza, ma una dimostrazione. ... La panoramica cospirologica si ferma qui solo per ragioni di buonsenso. I forum tematici di mezzo mondo sono stati tormentati in queste settimane da dibattiti in tutte le lingue e in tutte le discipline. Non ci sembra che oggi la tesi cospirologica sia sostenibile. Ma il fenomeno del complottismo a-un-tanto-al-chilo è diffusissimo, e merita attenzione.

Se la sorte dei vip prevale sull'agonia dei poveri

«Vado nello Sri Lanka, dice la signora milanese intervistata a Malpensa, parto lo stesso, 'tanto il mio albergo è al sicuro...».Di fronte alla tragedia che si è consumata riaffiora la tacita divisione tra «noi», i garantiti del mondo ricco e vacanziero, e «loro», i poveracci per i quali la furia degli eventi assomiglia a qualcosa di ineluttabile.

Amore per il bambino desiderato o per il proprio desiderio del bambino?

L'inammissibilità dell'abrogazione totale della legge è un dato globalmente ritenuto positivo, che prende atto di come un ritorno alla situazione ante legem equivalga ad una inevitabile ricaduta nella “procreazione selvaggia”, di cui abbiamo oggi sotto gli occhi tutte le drammatiche conseguenze: 150.000 embrioni crioconservati il cui futuro è sospeso nel vuoto, centinaia di donne...

L' EVENTO: 'The passion of the Christ'

Una Passione di violenza e di amore. Il film di Gibson di Messori VittorioL' autore rifiuta ogni demitizzazione, prende i vangeli come cronache precise: le cose sono andate come le descrive la Scrittura: «Se la mente non comprenderà, tanto meglio, ciò che conta è che il cuore capisca che tutto quel che è avvenuto ci redime dal peccato e ci apre le porte della salvezza. Proprio come ricorda la profezia di Isaia sul «Servo di Jahvé» che, a tutto schermo, è messa come prologo all'intera pellicola...»

Il cristianesimo e le sfide del secolarismo, della non credenza e dell'indifferenza religiosa

Il cardinal Poupard, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, affronta il tema della secolarizzazione dell'Occidente. Ecco la traduzione di una parte dell'intervento del cardinale Paul Poupard, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, pronunciato il 10 dicembre scorso durante una conferenza presso l'Istituto Teologico Santi Cirillo e Metodio.

Incarnazione

Perché nascere nel ventre di Maria per venire tra noi? Perché ognuno possa accogliere se stesso.Non pretendo che lavoro, famiglia, soddisfazioni o altro compiano il mio desiderio infinito. Ma lavoro, amo, lotto, soffro non per esistere, per esserci, per emergere nel nulla che mi vuole rapire, ma perché esisto, semplicemente certo di essere uomo perchè voluto ed amato.

Ruini sul referendum: 'Questa legge non va peggiorata'

«Per raggiungere l'obiettivo, sceglieremo quelle vie che appariranno più efficaci». E la via dell'astensione «è una delle possibilità», che «non delegittima né i cattolici né le istituzioni, perché è prevista dalla legge». Andrà a votare? «Il mio comportamento sarà, ovviamente, quello che riterremo di proporre, non solo noi vescovi, ma anche chi avrà le responsabilità specifiche in questa circostanza».

L'alternativa al credere non è il ragionare, ma il credere a tutto

Ciclo di incontri sul tema 'Chi è Cristo?'. Secondo Biffi c'è una opinione diffusa e radicata di parlare della fede “come se fosse una alternativa alla ragione, si suppone che chi ragiona non ha bisogno di credere. C'è il sospetto che chi crede esce dall'ambito della razionalità”.

QUADERNI Festa dei Ragazzi

Abbiamo pensato di mettere tutto il materiale del quaderno a disposizione per chi ne avesse bisogno.

“Dalle sue piaghe noi siamo stati guariti”

Ci piace iniziare così questo nuovo numero dei nostri QC. Un numero “penitenziale” e di “quaresimale” che sposti l'attenzione del nostro sguardo verso il Mistero di Cristo e soprattutto della sua Passione. Ci piaccia o meno, siamo dei “salvati”...È un Mistero inaudito quello della “kenosis” di Dio, del suo abbassamento fino alla morte di croce per il Figlio Gesù...

Il dibattito sulla manipolabilità dell'embrione

La legge 40 va difesa col referendum. Il dibattito sulla manipolabilità dell'embrione deve essere vero, non finto come quello tra Reale e Severino. «Comincio ad affermare, a differenza di Reale e di Severino che l'embrione non è un essere umano in potenza, ma un essere umano in atto. √â in potenza adulto, bambino o vecchio, ma è in atto un essere umano, e in quanto essere umano è anche persona...».

Gradi di bellezza

La bellezza è la gloria del corpo. Ma vari sono i modi, diversi gli sguardi con cui la si può cogliere. Vi sono dei modi molto superficiali di apprezzare la bellezza di un corpo o di un volto. Ed è una delle grandi ingiustizie della vita che certe persone dal fisico cosiddetto “sgraziato” siano, proprio a causa della superficialità dello sguardo, come ignorate, talora addirittura abbandonate a se stesse. Lo sguardo che parte dal cuore e va verso la persona ‚Äì è, per eccellenza, lo sguardo d'amore ‚Äì sa cogliere la bellezza propria di ciascun corpo, di ciascun volto. Come dice Jean Vanire (che vive quotidianamente con persone portatrici di handicap), “amare qualcuno significa rivelargli la sua bellezza”.Si possono distinguere cinque gradi di bellezza, a seconda che lo sguardo si ferma all'esterno oppure è capace di accedere all'interiorità.

Il rito laico del Natale e il senso di colpa dell'Occidente

Ma il Natale è ancora una festa cristiana? Mi sono posto questa domanda quando mi è stato chiesto che cos'è Natale per l'ateo che non crede, per l'agnostico che non sa se Dio c'è, per il laico che nelle sue scelte etiche che prescinde dalla nozione di Dio? E la risposta che mi sono dato guardando le pratiche natalizie degli acquisti e dei consumi è che nella nostra cultura il Natale è già ateo, o se preferite agnostico, certo profondamente laico.

Tutti uguali di fronte al maremoto

Il maremoto ha messo a nudo i nervi, ha reso evidente la povertà sbattendocela in faccia attraverso quei 120mila morti. Non è sufficiente dire che il fenomeno era imprevedibile. Poniamoci, piuttosto, una domanda: è possibile dare speranza a milioni e milioni di poveri? √â possibile uno sviluppo dell'Asia che sia meno drammaticamente squilibrato? La risposta è sì. A patto che non ci si limiti a dire che quei popoli sono poveri, ma si vada oltre, si cerchi di comprendere quali sono e dove affondano le radici della povertà. La lezione che può darci il maremoto è proprio questa. Insieme alle case occorre ricostruire la speranza nel futuro di interi popoli. Negli occhi e nell'anima non deve rimanere solo la morte che ci rende tutti uguali, perfino nelle fosse comuni.