CERCA

E come Esami!

E come esami. Non esame, al singolare, ma al plurale. Magari fosse solo uno. In realtà, come si dice, gli esami non finiscono mai. Sono davvero tanti: parziali e progressivi, scritti, orali, a crocette...

Esami di stato o di maturità

Esami di Stato o Esami di Maturità? Sicuramente di “Stato” per legge e per contenuto, meno di “Maturità”, tranne che per “maturità” non si intenda la capacità di affrontare una commissione di docenti e trattare al meglio gli argomenti studiati. Il che è davvero poco!

Dov'è finita la mia scuola? In attesa dell'incontro con papa Francesco...

Dov'è finita la mia scuola? I professori che creavano relazioni, suscitavano domande di senso, che, valorizzando il voto, non lo usavano come strumento per gestire la classe, genitori collaborativi e costruttivi...

L'estate prima/dopo/e della maturità

Morale imprevedibile: Non saprete mai se questo articolo è scritto dal tavolino di una spiaggia o da una scrivania. Nell'incertezza, vivete bene, vivete adesso.

Maturità alle porte!

Siate maturi con la persona che amate o amerete; siate maturi nelle relazioni amicali e tra colleghi; siate maturi in famiglia e coniugate la libertà con la responsabilità...

Al via la maturità, ma di cosa e di chi?

Maturità è la capacità di vivere "in crisi", cioè nel momento del giudicare cosa è vero e cosa è falso...

L'amore vero ha le occhiaie

Tante volte noto che le persone che vogliono bene, ma sul serio, con i fatti, con la presenza, con il sorriso che vuole bene... ecco, loro hanno sempre gli occhi stanchi...

“Maturi” e pronti a rischiare!

Quello che dovete fare adesso per l'università, per il lavoro o per la vita è mettervi in gioco, seguire la vostra passione e provare a ragionare da soli, con le vostre teste e i vostri cuori...

Maturità: parliamone fuori dagli schemi

Ho letto tanti commenti autorevoli sulle tracce della prima prova dell'esame di Stato. Qualcosa condivido, qualcosa no. La mia idea? Il vizio di chi scrive è chiedersi se sono belle o interessanti in sé, rischiando di confondere il soggetto con l'oggetto. La questione è tutta lì.

Diario di prof - che cosa abbiamo imparato questo'anno

Ogni anno scolastico è diverso dagli altri; quest’ultimo, però, è stato unico e indimenticabile!

100 giorni alla maturità, ma quale?

Di una maturità, nutrita di fede e speranza, oggi abbiamo bisogno tutti...

Maturità 2017: ultimo atto

Eccoci agli orali. Gli stessi docenti dovrebbero per primi chiarirsi le idee sul colloquio, per mettere a frutto il più possibile questa preziosa occasione...

L'esame di maturità: l'esatta simulazione della vita

A scuola ci sono geni che la vita dichiara poi incapaci, anche solo umanamente; la stessa vita che, a scuola conclusa, mostra come l'ultimo della classe tenesse in serbo quella capacità intuitiva che nella vita l'ha poi premiato.

Ultimo scoglio: l'orale!

Qualcuno se ne è liberato da poco, altri dovranno attendere ancora, molti la ricordano dopo anni: è la prova orale dell'Esame di Stato, l'ultimo scoglio prima di chiudere un ciclo di studi..

Confine tra adolescenza e età adulta

Il neo maggiorenne deve attraversare la maturità quale “rito di iniziazione” di quella che sarà per lui una nuova era, far chiarezza sui propri obiettivi personali, consolidare una propria e indipendente posizione politica...

Oltre la maturità

La maturità ci prepara a questo, come una sfida, una porta stretta, un rito di passaggio...

Voce al compagno disabile

E' la Maturità di Amrik all'Istituto Manzoni di Suzzara, in provincia di Mantova: una storia di inclusione e solidarietà a scuola.

Carissimi Maturandi...

Auguri, Carissimi Maturandi: la vostra vita vale più del numero alto o basso che avrete come voto finale, auguri perché forse soffrirete in queste ore, auguri perché "il ferro si tempra col fuoco".

Quelle parole preziose perdute tra le righe dei temi di maturità

Come sarebbe bello se i migliori temi fossero pubblicati, potessero essere letti da tanti. Dovrebbe esistere un sistema che permetta, finiti gli esami, la pubblicazione e la lettura sul web...

Arrivederci ragazzi!

La "mia classe" non è acqua, ma sangue, lacrime e sudore. Sono, davvero, molto orgoglioso dei "miei" alunni tutti maturati e maturi!

5. Crescere, educarsi, maturare

Una persona deve educarsi molto: già, ma a che cosa mi serve tutto questo se non ho l'amore? A volte vorrei rifugiarmi, con tutto quel che ho dentro, in un paio di parole. Ma non esistono ancora parole che mi vogliano ospitare. È proprio così. So cercando un tetto che mi ripari ma dovrò costruirmi una casa, pietra su pietra.

Il futuro dei giovani è nell'impegno

Oggi i giovani devono confrontarsi con il bombardamento di messaggi ingannevoli. Se mamma e papà lasciano un vuoto formativo, cominciano i guai.

Oltre la maturità

Chi ci dice che siamo pronti? Può un giudizio definitivo e immodificabile, scolpito nel nostro curriculum vitae e nella nostra memoria, giudicare la nostra maturità?

Maturità 2016: le strategie vincenti

Caro maturando, buona fortuna!

Diario di un prof. - Esami di maturità.

La scuola mi ha insegnato che svegliarsi tardi la mattina per passare subito al pranzo e lasciarsi andare pomeriggio e sera, non ha senso. La scuola mi ha insegnato che, se un'interrogazione va male...

A scuola 5 anni di "grazie"!

Due bellissimi messaggi da parte di due maturandi...

Maturità 2018

Io li chiamerei persino "Esami di stato" con la "s" minuscola, cioè prove per verificare la situazione del momento, le caratteristiche contingenti, la posizione in relazione al contesto scuola...

Maturandi, buona ribellione!

L'augurio non può che essere di essere come Will: ribelli nei confronti dei cinici cacciatori di talenti e appassionati amanti di ciò che veramente dà senso a una vita di essere vissuta...

Maturità è non essere banali

Un commissario all'inizio della prova ha detto agli studenti di metterci “mente e cuore” ed anch'io sono convinto che tutto stia in questo...

Maturità 2014. Prima prova: il dono.

Maturità 2014. Prima prova. Saggio breve. Argomento: il dono. A proposito, ma oggi esiste ancora il dono? In questo tema-risposta riscopro, così, qualcosa di semplice e straordinariamente bello...

Ridateci la maturità

«Felix», in latino, indicava semplicemente l'albero che dà frutto (la radice è la stessa di fecondo): «arbor felix» era per il contadino l'albero che porta frutti buoni...