CERCA

Centrafrica, quando la chiesa è un ospedale da campo

Padre Justin mette in pratica l'esortazione del Papa, ospitando più di mille musulmani nella sua parrocchia. Ha anche rischiato la vita per difenderli...

Don Filippo ci scrive... n° 72

Un augurio a tutti voi di buon Natale perchè possiamo trovare la pace non solo esterna ma del cuore e perchè tutta la povera gente possa almeno arrivare a vivere una vita dignitosa...

Don Filippo ci scrive... n° 73

Quanto vale una vita? Quanto vale una vita in Africa? A ben guardare con gli occhi del mondo ci sono tanti criteri per valutare l’importanza di una vita, il valore di una persona...

Don Filippo ci scrive... n°31

Nei nostri villaggi abbiamo terminato gli asili e le varie attività e abbiamo iniziato il Summer Together, il grest: intanto solo la mattina, con alcune ora di scuola, divisi per età e poi con giochi e tornei vari. Anche quest'anno un gruppo di amici della scuola di mondialità verranno qui per quasi un mese...

Papa Francesco è partito per l'Africa

Il decollo stamane alle 8. Durante il tragitto, scambio di telegrammi con Mattarella...

Don Filippo ci scrive... n 53

Non esiste Babbo Natale, nessuno fa l'albero ne il presepio, non ci si scambiano i regali il 25, nessuno ha i soldi per comprarli, non c'è il pranzo tradizionale di famiglia...

Il Premio Internazionale “Ignazio Silone” alla salesiana Suor Laura Girotto

Il Centro Studi “Ignazio Silone” ha annunciato che la Giuria del Premio internazionale intitolato al grande scrittore abruzzese Ignazio Silone (1900-1978), sarà conferito il 5 aprile prossimo a Suor Laura Girotto...

Don Filippo ci scrive... n 51

Dopo aver lasciato Nyinenyang e Matar e gli altri villaggi nuer, ora sono arrivato in una nuova missione a Pugnido, al centro della zona di etnia anyuak...

I Summertime for Africa: l'8 dicembre a Padova!

Il Summertime Choir, torna al PalaFabris il prossimo 8 dicembre 2012, insieme alla crew di Etienne, ancora una volta uniti per aiutare l'associazione Nuova Famiglia. Il progetto è una clinica ortopedica pediatrica a Gighessa (Etiopia). Ospite d'eccezione: Antonino, vincitore di Amici! Uno spettacolo energico e coinvolgente con un repertorio gospel/rock!

Il Papa nella baraccopoli

A Kangemi dove vivono oltre centomila persone: "I vostri valori non si quotano in Borsa"...

Nelson Mandela, il prigioniero che ha insegnato il perdono al mondo

Mandela ha perdonato e insegnato a perdonare: cosa c'è di più scandaloso nel secolo incatenato alla Memoria, all'obbligo di non dimenticare per spartire giusti e colpevoli?

Il Papa ha aperto la Porta Santa a Bangui

Con una settimana di anticipo è iniziato il Giubileo straordinario della Misericordia...

«Aquel no era yo»: il corto spagnolo sui bambini soldato

Una storia drammatica, piena di paura, violenza e redenzione quella raccontata nel film del regista Esteban Crespo, sostenuto anche da Amnesty International e Save the Children...

Salvato da Maria in foresta, la fede del missionario rapito

Il sacerdote italiano rapito in Nigeria, don Maurizio Pallù, è stato liberato. Lo ha annunciato il ministro degli Esteri Angelino Alfano a Radio Capital. A confermarlo sono state anche fonti del Vicariato di Roma.

Don Filippo ci scrive...

una bellissima giornata per la partecipazione di tutta la comunita’, per la gioia di pregare e stare insieme per questo evento, per la condivisione tra ragazzi, giovani e adulti di un pezzo di vita.

Don Filippo ci scrive.... n°40

Intanto un buon anno 2006, ebbene sì, qui in Etiopia siamo a gennaio 2006, e l'11 settembre appena passato è stato il primo giorno del nuovo anno. Incredibile vero? Così siamo in festa, tipo il mese di agosto da noi trasportato però in Africa..

Un pulmino scolastico in regalo agli allievi salesiani

“John Bosco” di Ondo, in Nigeria, ha ora un nuovo pulmino scolastico. Il personale e gli studenti della scuola sono molto grati per il mezzo ricevuto

Don Filippo ci scrive... n° 71

Questa volta volta vorrei raccontarvi del lavoro che stiamo fecendo nelle tante cappelle che abbiamo attorno a Pugnido, in tanti piccoli o grandi villaggi che seguiamo...

Don Filippo ci scrive... n 52

Proprio di questo vorrei parlarvi questa volta, di un viaggio «oltre ai confini del mondo» che abbiamo fatto con due catechisti, Kony e Neen e il nostro sacrista Medo.

I Giullari senza frontiere

Portano il sorriso dove c'era la guerra: ecco i Giullari senza frontiere. Dallo Sri Lanka al Mozambico, dall'India alla Cambogia, gli esilaranti spettacoli e gli stage di formazione di un gruppo di giocolieri, clown e acrobati italiani. Un progetto nato nel 2003 nel segno del volontariato puro e dell'autofinanziamento.

Mr. «Hotel Rwanda» vive in esilio in Belgio

Lo hanno chiamato lo “Schindler d'Africa” e 10 anni fa gli hanno dedicato un film. Da Bruxelles accusa: «L'attuale governo imprigiona o uccide i suoi rivali politici».

La tratta dei baby campioni colpisce ancora

L'inchiesta ipotizza la violazione delle norme sull'immigrazione clandestina per far entrare in Italia giovani calciatori minorenni aggirando il divieto di trasferimento di under 18 extracomunitari imposto dalla Fifa...

Don Filippo ci scrive... n. 60

Ecco gli auguri di Buona Pasqua dal nostro amico Abba Filippo...

Don Filippo ci scrive... n. 62

Venerdì 15 aprile, la tribù sudanese dei Murle ha attaccato il villaggio di Jikawo...

IO SONO UNA MISSIONE: Luciano Bottan e l'Africa

Ai primi che giungono per i soccorsi e gli chiedono il nome, Luciano per tre volte risponde: “Sono un laico missionario della Diocesi di Treviso”...

Don Filippo ci scrive... N° 70

La missione si sta riempiendo di nuovo di bambini, ragazzi e giovani, dopo le vacanze e le feste dell'inizio dell'anno e la festa della Croce che e' stata il 27 settembre...

Don Filippo ci scrive... n. 63

Con questi fatti e altri fatti capitati a Gambella la Pasqua l'abbiamo vissuta con il solo pensiero di pregare...

Omicidio di don Antonio César Fernandez, SDB: ecco cos'è realmente accaduto

Ecco la testimonianza di chi era in viaggio con don Antonio César Fernandez quel venerdì, 15 febbraio 2019...

Natale in Africa

Ogni giorno proviamo a vivere queste frasi, proviamo ad essere don Bosco qui in Africa, W DON BOSCO.

Don Filippo ci scrive.... n°49

La nostra piccola comunità cerca sempre di pregare e di sostenere le persone che arrivano dal Sudan, pregare perchè arrivi presto la pace, sostenere soprattutto le donne e i bambini che arrivano qua in Etiopia.

Don Filippo ci scrive... n°36

Abbiamo appena finito di festeggiare don Bosco, Don Bosco l'Africano, si perché ormai don Bosco è presente in quasi tutti i cinquanta stati africani e soprattutto qui in Etiopia, con ben 13 case salesiane e la diocesi di Gambella affidata ai salesiani!

"Mai più schiave. Libere di crescere": progetto di beneficenza della Corsa dei Santi 2018

Nei villaggi più poveri e isolati del Ghana, i più colpiti da fenomeni come la desertificazione e i cambiamenti climatici, dove l'economia di sussistenza non basta più...

Don Filippo ci scrive... n. 64

Ecco alcune notizie dalla missione, non solo per sapere ma per accompagnarci nella preghiera...

Rwanda, a vent'anni dal genocidio. I missionari: l'ora del «mea culpa»

Le domande di allora risuonano anche oggi in tutta la loro gravità: com'è potuto accadere? E perché le divisioni etniche sono così profondamente penetrate anche dentro la comunità cristiana?

Marco e la sua Africa

"Le grida dei bambini, i loro giochi, le loro risate e le loro zuffe riecheggiano tra le mura della missione come i battiti di un cuore"...

Sudan, parla Meriam: «Ho dovuto partorire con le gambe incatenate»

La donna cristiana condannata a morte per apostasia in Sudan e poi scagionata intervistata dalla Cnn: «In carcere mi insultavano, sono davvero infelice».

Il sole è dentro di te!

I nostri amici di Scuola della Mondialità, che sono stati in missione quest'estate un mese nella Repubblica del Congo, ci raccontano come è stata l'esperienza! "Abbiamo capito e toccato con mano, che una persona vale non per tutto quello che concretamente fa, ma prima di tutto per ciò che è..."

Don Filippo ci scrive.... n°44

Un saluto da Gambella e specialmente dagli amici di Matar, dove sabato 1 marzo abbiamo inaugurato la nuova Chiesa: una bellissima festa!!! Sono arrivati da tanti villaggi, da Nyinenyang letteralmente due camion di persone, da Muon, Bareyrual, Tormorok, Kodokuen, Kambo, Biromitol, Lare...

Don Filippo ci scrive.... n°41

Ricominciare, ricominciare, ricominciare: che bello ricominciare a essere strumento del Signore nel portare la sua Parola, la sua Chiesa, il suo Amore. Certo con qualche difetto, con qualche peccato, ma Lui continua sempre ad avere fiducia in noi e ad affidarci comunque la sua missione.

Chi ama e chi odia. Gli alunni delle scuole in Africa: eroi e martiri

I miliziani islamisti della Nigeria vogliono ammazzare bambini e ragazzi che vanno a scuola. E perché? Perché se vanno a scuola avranno un futuro da istruiti. E questo i miliziani terroristi non lo vogliono.

Repubblica Democratica del Congo: ecco chi paga la guerra infinita

Le risorse di cui il paese è ricco depredate dai gruppi armati; la testimonianza di un gesuita in prima linea a fianco dei minatori sfruttati.

Don Filippo ci scrive... N° 67

Il mese di gennaio è stato pieno di attività e di visite importanti alla nostra missione. Abbiamo prima festeggiato Natale il 7 gennaio...

Racconto di un'esperienza missionaria in Madagascar

Siamo state un mese a Mahajanga, un periodo ridotto rispetto a tutta la ricchezza che abbiamo portato a casa. Una ricchezza umana, che ci è stata data da tutte le persone incontrate!

IO SONO UNA MISSIONE per la vita degli altri?

Concludiamo oggi la nostra rubrica missionaria di ottobre. Anna ci racconta la sua esperienza in Nigeria, dove ha sperimentato che essere una missione significa dirsi: "io sono nessuno"...

Don Filippo ci scrive.... n°42

Nuovo anno, ma triste inizio in Africa...

Sudan: cristiana condannata a morte, lettera aperta a Napolitano

Italians for Darfur, i missionari salesiani, Articolo 21 e i rifugiati sudanesi in Italia hanno scritto una lettera aperta al presidente Giorgio Napolitano per chiedergli di non abbassare la guardia.

Don Filippo ci scrive... n. 59

Il 14 dicembre inizieremo la preparazione al Natale che sarà il 7 gennaio...

Elisa Mele: dal calcio alla missione in Africa

Lascio il calcio perché mi sono resa conto di voler mettere la mia vita e, quindi, anche questo talento a disposizione degli altri. Lascio il calcio giocato, non il calcio in tutto e per tutto...

Don Filippo ci scrive... n. 58

La missione si sta riempiendo di nuovo di bambini, ragazzi e giovani, dopo le vacanze e le feste dell'inizio dell'anno...

Africa: entro il 2030 gli under 18 saranno 750 milioni

Lo dichiara l’Unicef nell’ultimo rapporto, secondo cui i bambini e i ragazzi supereranno addirittura il miliardo entro il 2050...

Sierra Leone, una scuola per gli orfani di ebola

È l'unica attiva in tutto il Paese, i Salesiani hanno messo a disposizione un istituto per i ragazzi che hanno perso entrambi i genitori a causa del virus.

Kenya, siccità che uccide

Fame è la parola che viaggia lungo queste piste di sassi, bruciate da temperature che superano i quaranta gradi; una miseria e una carestia che affliggono le sterminate province del Nord-Est del Kenya, dove i cespugli di rovi rotolano fino a quando non è la carcassa di un animale a fermarli.

Esperienze Missionarie - Nigeria - 2019

Esperienze Missionarie - Nigeria

Pasqua: 'Happy day' è canto di resurrezione!

In Italia, erroneamente, viene considerato un canto natalizio o beneaugurante per l'anno nuovo. Si tratta di un inno pasquale eseguito nelle chiese protestanti anglofone durante i battesimi e le cresime. Il canto s'intitola “Oh, Happy Day” e...

Dare da bere agli assetati: intervistiamo Abba Filippo Perin sdb

Partito per l'Etiopia nel 2008, ora è in un villaggio chiamato Pinyudo...

Africa

Nella vitasemplice e povera degli africanisi trovanosentimenti gesti e paroleche suscitano in noiechi di una esistenzache ci appartienee di cui abbiamo ancoranostalgia.Sentiamo checerti valorinon dovrebbero scomparire.

Ragazzi, imparate da lei

Novembre, mese dei Santi, dei Morti, delle Forze Armate, del ricordo della vittoria italiana nella prima guerra. Cerimonie dappertutto. Si ricordano vittime italiane, sventolano bandiere italiane, la banda suona canzoni italiane. Però davanti a me, tra quei bambini, c'è una bambina nera, e non è lì passivamente, è la più partecipe, la più appassionata. Un'immigrata.

Centrafrica, 14 mesi di caos

L'intervento delle truppe francesi e di quelle del contingente africano non ha fermato gli scontri tra le milizie Seleka e quelle Anti-Balaka. Le autorità di Bangui non paiono avere una strategia...

Buon Natale dall'Etiopia

Abba Filippo ci invia i suoi auguri...

Don Filippo ci scrive... n. 61

La scorsa settimana è successo un fatto molto grave, per cui vi chiedo una preghiera...

Vera libertà per le ragazze nigeriane

Sulla pelle delle bambine e ragazze, trascinate via con la forza, e sopra le teste dei governanti nigeriani, si sta consumando una vera “guerra nella guerra”. Con una soluzione che sembra attualmente lontana.

Centrafrica: dopo la visita del Papa nessuno scontro

Mons. Coppola: “Dopo tre anni di violenze il popolo decide il proprio destino”

Qual è la situazione in Madagascar? da Giovani per i Giovani

Dopo vent'anni di governo, il presidente Ratsiraka ha perso le ultime elezioni, tenutesi a dicembre, che hanno premiato il sindaco della capitale Antananarivo, Ravalomanana, che nei suoi anni di amministrazione ha fatto molto per lo sviluppo della città malgascia. L'esito delle elezioni è però stato però contestato da Ratsiraka, che sostiene l'esigenza di un ballottaggio. La gente rifiuta questa prepotenza e da gennaio in tutto il paese si susseguono proteste e manifestazioni pacifiche.

I nostri missionari - Suor Antonietta Marchese

Sono Suor Antonietta Marchese e da ormai sedici anni sono la responsabile dei progetti nella comunità salesiana a Cotonou, per aiutare specialmente le bambine lavoratrici. Con questo obiettivo, aiutiamo più di 5.000 bambine all'anno, ma il progetto continua...

Don Filippo ci scrive.... n°45

Tutte le attività nel villaggio di Nyinenyang sono un po' calate per l'apertura del campo profughi, ormai da tre mesi, e per il continuo arrivo dal sud Sudan di donne e bambini che scappano dalla guerra civile ancora in corso.

Suor Rosemary: «Ho visto l'inferno negli occhi delle ragazze di Gulu»

Cosa avrà mai fatto una piccola suora cattolica per finire nell'elenco stilato da Time delle cento donne più influenti del mondo, dove abitualmente entrano personaggi come Angela Merkel o Ivanka Trump?

Il Papa aprirà la prima Porta Santa in Africa

Francesco annuncia che anticiperà l'apertura dell'Anno Santo nella cattedrale di Bangui...

Don Filippo ci scrive.... n°43

Morire di fame davanti ad un campo profughi, succede ancora! E il peggio non era ancora arrivato perché, visto le centinaia di persone arrivate, le UN hanno fatto aspettare per settimane intere moltissime persone, questionando su tutto, ma non dando ne cibo ne acqua per chi aspettava...

IO SONO UNA MISSIONE: Annalena Tonelli

Annalena scelse di vivere povera tra i poveri dell'Africa sub-sahariana, senza un nome e la sicurezza di un ordine religioso o l'appartenenza ad una organizzazione internazionale...

L'Africa si arma invece che nutrirsi

Negli ultimi dieci anni, dal 2004 al 2013, la spesa continentale è aumentata del 65%: più che negli altri continenti, con incrementi consistenti in due paesi su tre.

Don Filippo ci scrive...N° 65

Tutte le nostre attività della missione sono ormai a pieno regime, la nostra chiesa con la messa domenicale e il catechismo...

Contro la fame cambia la vita

La radice del sottosviluppo è storico-culturale-religiosa, prima che economica e tecnica...

Don Filippo ci scrive... N° 68

Qui siamo in piena estate, il periodo più caldo dell’anno, una lunga quaresima che ci porta alla Pasqua...

La verità dell'informazione e la verità della storia da Giovani per i Giovani

Appunti sulla conferenza che J. Touadi ha tenuto ad un'incontro di scuola di mondialità.

I luoghi più invivibili del pianeta, ecco la lista nera

L'ha stilata la ong americana Blacksmith institute: discariche grandi come città, zone industriali e di estrazione di metalli pesanti dislocate soprattutto nei Paesi poveri.

Don Filippo ci scrive... n. 54

Vi chiedo una preghiera per la situazione di tutti questi giovani che rischiano così tanto la vita per venire in Europa perché possano capire e rinunciare...

Don Filippo ci scrive... n. 57

Sabato 2 maggio abbiamo inaugurato la nuova Chiesa di Thatha: una bellissima festa...

Don Filippo ci scrive.... n°46

Con la gente cerchiamo sempre di pregare perché possa ritornare la pace, riportare speranza per chi ha persone della famiglia che sono andati a combattere, speranza di poter rivedere i propri cari...

Don Filippo ci scrive... n. 56

Le croci sono tante, ognuno di noi prima o poi è chiamato dalla vita stessa a portarne una. In questa settimana santa guardiamo a Gesù...

Alla fame un terzo della popolazione somala

Due milioni di somali, circa un terzo della popolazione, ha bisogno di aiuti urgenti. Secondo il documento, la Somalia resta il Paese del Corno d'Africa in cui le condizioni di vita sono peggiori e un bambino su cinque è in pericolo di vita a causa della malnutrizione acuta.

Don Filippo ci scrive... n. 55

Questa volta invece di raccontarvi qualche cosa della missione vi faccio vedere la nostra missione, la chiesa, l'asilo, i bambini e i ragazzi, l'hostel, l'oratorio, le varie cappelle fuori pinyudo...

Memorie di oggi. Shaital è il diavolo!

Nella Giornata della Memoria non dimentichiamo le tante persecuzioni e i tanti genocidi che si perpetuano ogni giorno in molte parti del mondo... Ecco la storia di un Cristiano Eritreo.

Il nostro spreco quotidiano. Sprecata quasi la metà del cibo del mondo

Secondo le stime dell'ONU nel 2075 la popolazione mondiale toccherà i 9,5 miliardi di persone, ovvero 3 miliardi di bocche in più da sfamare e da dissetare.

Nelle chiese di Soweto dove è germogliata la rivolta anti-apartheid

Quarant'anni fa le stragi di studenti, oggi tutti pregano per Nelson: “Lui ha già fatto il suo miracolo, non ci sono più schiavi e carcerieri”.