Preghiera di San Francesco

P. Spoladore

Autoscroll

Tonalità

0

Zoom

                
RE RE5+ RE6 RE5+ O Signore fa’ di me un tuo strumento RE RE5+ fa’ di me uno strumento SOL SI7 della tua pace MI- SOL-7 LA dov’è odio che io porti l'amore SIb LA RE SOL LA dov’è offesa che io porti il perdono RE RE5+ RE6 RE5+ dov’è dubbio che io porti la fede RE RE5+ SOL SI4/7 dov’è discordia che io porti l'unione MI- LA FA#-7 SI7 dov’è errore che io porti verità MI- LA RE RE7 a chi dispera che io porti la speranza. MI- LA FA#-7 SI7 dov’è errore che io porti verità MI- LA RE RE7 a chi dispera che io porti la speranza. SOL O Maestro SI MI- SOL7 dammi Tu un cuore grande DO LA- RE che sia goccia di rugiada per il mondo DO RE che sia voce di speranza, SI- MI- che sia un buon mattino DO7+ RE SOL7 per il giorno di ogni uomo. DO RE SI- E con gli ultimi del mondo MI- DO7+ RE SOL sia il mio passo lieto nella povertà, LA- RE LA- DO-6 SOL nella povertà. (2v.) O Signore fa’ di me il tuo canto fa’ di me il tuo canto di pace a chi è triste che io porti la gioia a chi è nel buio che io porti la luce. È donando che si ama la vita è servendo che si vive con gioia perdonando che si trova perdono morendo che si vive in eterno. perdonando che si trova perdono è morendo che si vive in eterno.