Nuovi modi per trasmettere la fede

del 12 ottobre 2017

Un tempo era “naturale” essere cristiani grazie alla famiglia. Oggi non è più così. Occorre pensare a nuove vie per i ragazzi verso il Vangelo...

 

Chi trasmette la fede oggi? Un tempo le prime nozioni di catechismo si apprendevano a casa. C’era una nonna che sgranava il rosario, un papà che faceva il segno della croce prima dei pasti, una mamma che recitava le preghierine coi figli al momento della buonanotte. Oramai si allevano generazioni incredule e la famiglia non è più l’ambito basilare di trasmissione della fede, anzi spesso è il luogo dell’ateismo pratico. Stesso discorso, anzi ancor più, vale per le parrocchie. Salvo le belle eccezioni, in genere il contatto coi ragazzi si limita ai corsi di preparazione ai sacramenti, poi inizia l’esodo senza ritorno.

Cosa fare? La testimonianza di vita rimane la prima risposta. I ragazzi ci guardano, anche quando sembrano distratti. E ci giudicano. Ma è giusto interrogarsi anche sui sistemi di annuncio adoperati. Evidente è lo scarto tra il mondo tecnologico avanzato in cui le nuove generazioni sono immerse e i metodi “preistorici” utilizzati per il catechismo. Non si tratta di affidarsi ciecamente a sistemi digitali e social network, ma di inoltrarsi con coraggio in territori sconosciuti. Nell’era post-cristiana ci è chiesto di compiere un viaggio simile a quello dei Magi. Come loro dovremmo alzare gli occhi al cielo e cercare la stella cometa, il punto di riferimento che guida lontano, senza paura dell’ignoto. Lo stile pantofolaio serve a poco nella realtà dinamica e complessa che viviamo. Bisogna ripensare alla propria identità cristiana, consapevoli di essere alternativi ai modelli in voga.

La nuova evangelizzazione richiede inventiva e strumenti adeguati ai tempi. Non basta elencare i fondamenti della fede, bisogna aiutare il credente a orientarsi in un mondo che ha imparato a cavarsela senza Dio. Si diceva «un cristiano» una volta nei nostri paesi per significare «un uomo». Adesso, invece, il cristianesimo è diventato una lingua straniera e c’è bisogno di una nuova grammatica che aiuti ad apprenderla, ergo di una catechesi più moderna e accattivante.

 

Enzo Romeo

http://www.credere.it

 

 

  • testo
  • articolo
  • enzo romeo
  • nuova evangelizzazione
  • evangelizzazione
  • fede
  • testimonianza
  • dio
  • gesù
  • educazione
  • giovani
  • adulti
  • animatori
  • educatori
  • famiglia
  • genitori
  • insegnanti
  • catechisti

 

Avviso per domenica 22 ottobre

Chi intende partecipare alla sola giornata di DOMENICA, per la testimonianza della figlia di Attilio Giordani, ce lo comunichi a mgs@donboscoland.it specificando se desidera il pranzo. Per il pasto caldo fornito da noi chiediamo un contributo di 5€


Associazione Donboscoland // Via dei Salesiani, 15 - 30174 Venezia Mestre – VE
C. F. 91013720288 - P. i. 04151280270 // Codice Registro Regionale Organizzazioni di Volontariato "VE0230"

  Made with love by us.     Powered by